cosa vedere in val dorcia in due giorni

Val d’Orcia: cosa vedere in due giorni? 5 borghi da non perdere

Nel nostro itinerario di viaggio in Toscana, una delle tappe fondamentali è sicuramente stata la Val d’Orcia, una splendida valle toscana, dove riuscire ad entrare in contatto con l’autentica accoglienza di questa regione, persi all’interno delle sue colline e dei suoi piccoli borghi medievali.

Seppur non troppo battuta da tanti percorsi turistici, la Val d’Orcia è in grado di offrire al visitatore un’esperienza completa di immersione nella cultura toscana e in quella atmosfera di autenticità, della quale si va spesso in cerca quando siamo in viaggio.

E’ questo il motivo che ci spinge oggi a parlare di questo luogo incantato, dove la cultura eno-gastronomica va di pari passo con luoghi d’arte unici. Qui infatti si concentrano un gran numero di luoghi di interesse artistico: dalle tipiche architetture medievali dei suoi piccoli borghi a immensi tesori della pittura e scultura rinascimentale.

Ma cosa vedere in Val d’Orcia in due giorni?

Abbiamo pensato che due intere giornate trascorse in questo territorio siano ideali per riuscire ad assaporarne l’essenza. Vediamo quindi quali sono le cose più importanti da fare in questa splendida zona d’Italia, analizzandole singolarmente nelle righe che seguono.


#1 Montalcino

cosa vedere in val d'orcia in due giorni

Montalcino è il primo piccolo borgo che vi proponiamo di visitare. Nonostante le sue ridotte dimensioni, è uno dei comuni più popolosi della Val d’Orcia ed è divenuto famoso nel mondo, poiché qui si produce il celebre vino Brunello di Montalcino.

Ci troviamo a poche decine di chilometri da Siena e a pochi passi da un altro splendido borgo di questa zona, che è Pienza, che approfondiremo nel paragrafo che segue.

La peculiarità di Montalcino è quella di essere praticamente rimasto intatto a come era nel XVI secolo, circondato da possenti mura e dominato da un antico castello che ne custodisce l’integrità.

Dalla cima della collina sulla quale il borgo si erge, è possibile godere di uno spettacolo unico, fatto di tipiche colline toscane, uliveti, antiche querce e paesaggi rupestri, ricchi di minuziose stradine di campagna.

La storia del borgo è stata sempre legata alla produzione del vino rosso, motivo per il quale Montalcino era già molto conosciuta nel XV secolo, ma per la nascita del Brunello si dovette attendere il 1888, quando Ferruccio Biondi Santi decise per primo di eliminare il classico vitigno Chianti, a favore del Sangiovese.

Una volta giunti a Montalcino sarà quindi d’obbligo dedicare un poco del vostro tempo alla scoperta di questa preziosa bevanda, magari facendo una piccola degustazione. Tra le tante che vengono offerte sul territorio, una delle più apprezzate è quella che trovate su Getyourguide.it, prenotabile a questo indirizzo.

Ma il paese di Montalcino non può certo essere ridotto a sola arte e cultura. Nei suoi confini infatti è possibile ammirare grandi opere e attrazioni artistiche.

Innanzitutto la rocca che domina il paese merita sicuramente uno sguardo. Il panorama che vi si presenterà davanti agli occhi una volta giunti in cima, vi lascerà poi senza parole. Qui vengono inoltre ospitate diverse manifestazioni ed eventi, specie durante l’estate, come concerti o opere teatrali.

Merita infine una visita il Museo Civico Diocesano, che ospita al suo interno diverse opere artistiche a carattere religioso, che testimoniano la devozione del paese e degli artisti che passarono di qui nel corso dei secoli verso la religione cristiana. I biglietti possono essere acquistati online a questo indirizzo.


#2 Pienza

cosa vedere in val d'orcia in due giorni

Pienza è un altro borgo che meriterà la vostra attenzione durante la vostra permanenza in Val d’Orcia. Anche in questo caso siamo in presenza di un borgo incantato, dall’architettura rinascimentale, da sempre considerato la città ideale per l’organizzazione dei suoi spazi, strade e piazze.

Perdersi per le sue strade è sicuramente la prima vera emozione che dovrete provare una volta giunti a destinazione.

Ci troviamo a circa 20 km da Montalcino, a Sud di Siena, immersi all’interno di uno splendido territorio fatto di dolci colline e tipica accoglienza toscana.

La sua centrale piazza Pio II è forse il simbolo principale della piccola cittadina toscana, con le sue forme armoniose e i suoi edifici classici in pietra di travertino.

Il suo Duomo, conosciuto come Cattedrale dell’Assunta, ospita numerosi e importanti dipinti e affreschi degli artisti che si trovarono a passare per la città nel corso dei secoli, mentre il suo antico campanile ottagonale si erge al di sopra della piazza imponente, puntando verso il cielo.

A destra del Duomo si trova invece lo splendido Palazzo Piccolomini, che possiede una fantastica loggia e un incredibile giardino sospeso, dal quale è possibile ammirare uno splendido paesaggio sulla Valle circostante. Per fare ingresso nel palazzo, occorre acquistare i biglietti di ingresso, che possono anche essere acquistati su internet a questo indirizzo.

Il piccolo borgo è anche visitabile congiuntamente allo splendido borgo di Montepulciano, tramite il piccolo tour che mette a disposizione Getyourguide a questo indirizzo.


#3 Bagno Vignoni

cosa vedere in val dorcia in due giorni

Bagno Vignoni in realtà non è un comune a sé, ma solo una frazione di San Quirico d’Orcia, che vedremo nel paragrafo successivo. Si tratta di un piccolo borgo, le cui numerose acque, che sgorgano qui, erano utilizzate sin dall’epoca romana a scopi termali.

Siamo nella più famosa località termale della Val d’Orcia, ma anche in una delle località termali più apprezzate dell’intera Toscana.

Ciò che subito colpisce di Bagno Vignoni è il suo fascino retrò, avvolto nel mistero se vogliamo. Un’atmosfera unica che catapulta lo spettatore all’interno di tempi passati, dove tutto sembra essere rimasto fermo a secoli fa.

Nella sua piazza centrale incontrerete la prima grande sorpresa che Bagno Vignoni ha da offrire: nella sua piazza centrale sorge infatti una grande piscina termale, proprio nel cuore del borgo!

Lunga ben 49 metri e larga 29, questa piazza sorge si una fonte termale, la stessa che veniva utilizzata dai romani tanti secoli prima.

Le proprietà termali delle acque che sgorgano nei suoi confini sono sempre state conosciute nel corso dei secoli e, sia i romani che gli etruschi, hanno sempre goduto del potere che queste acque erano in grado di esercitare sul corpo.

Quando vi ritroverete a passare da queste parti, tenete dunque sempre a mente che il costume da bagno e un asciugamano sono d’obbligo, così come un bagno, immersi dentro queste splendide acque.


#4 San Quirico d’Orcia

cosa vedere in val dorcia in due giorni

San Quirico d’Orcia è un piccolo comune, posto nel cuore della Val d’Orcia, che tra le altre cose si trova in una posizione centralissima ed ideale per muoversi poi alla scoperta di questa parte d’Italia.

Anche in questo caso, il borgo sorge in cima ad una dolce collina toscana, a metà strada tra i comuni di Piena e Montalcino, sulla via Francigena, crocevia di numerosi pellegrini nel corso dei secoli.

Il borgo mantiene ancora oggi il suo assetto originario medievale, circondato da cinte murarie e attraversato dalla sua centrale Via Dante Alighieri.

Al di fuori delle mura, si trovano i parcheggi auto, che consentono poi di fare ingresso in città, attraverso i 4 ingressi di accesso.

Ciò che colpisce di San Quirico d’Orcia sono sicuramente le sue stradine, sulle quali si affacciano antichi palazzi di origine medievale o rinascimentale.

Questa è poi anche la principale attrazione che il piccolo borgo ha da offrire. Perdersi per le sue strade rimane una grande emozione, poiché ad ogni angolo sarete sorpresi nel poter ammirare antiche chiese, signorili palazzi e splendide piazze, che vi riporteranno indietro nel tempo.

Tutt’attorno al borgo, campi di grano, stupendi viali di cipressi, vecchi casolari di campagna e curati uliveti creano un paesaggio idilliaco, che ci ricorda la tranquillità della vita di questo antico borgo, dove la natura scandisce ancora i tempi e dona, generosa, grandi emozioni allo sguardo del visitatore che ha la fortuna di poter ammirare cotanta bellezza.


#5 Castiglione d’Orcia e Rocca d’Orcia

cosa vedere in val dorcia in due giorni

Anche Castiglione d’Orcia si erge al di sopra di una dolce collina toscana e merita una visita per il suo aspetto fiabesco, ancora intatto e orginario.

Si tratta di un borgo all’anima ancora completamente dedita all’agricoltura, dove si svolge ancora una vita rupestre e scandita dai tempi della natura.

Strade e piazze qui mantengono ancora lo stesso aspetto che avevano secoli fa e all’interno delle sue stradine si possono visitare alcune chiese di grande interesse storico e artistico, che nascondo al loro interno stupendi affreschi di epoche passate.

A poca distanza, Rocca d’Orcia è una minuscola frazione, caratterizzata dalla presenza di un’antica Rocca, sulla quale è possibile salire per poter assaporare un panorama unico ed emozionante.


Dove dormire in Val d’Orcia?

Per riuscire ad ammirare cotanta bellezza in Val d’Orcia sarà d’obbligo trovare una struttura che possa ospitare i nostri pernottamenti. Il nostro consiglio è quello di scegliere un piccolo borgo come meta dei nostri pernottamenti, poiché in questi luoghi si può godere al massimo di quella romantica atmosfera che solo simili luoghi sono capaci di donare.

Durante la nostra permanenza in Val d’Orcia, noi abbiamo scelto Montalcino come sede dei nostri pernottamenti, poiché si trova in una buona posizione ed è una delle località che ha al suo interno i maggiori servizi.

Abbiamo selezionato l’albergo Giardino che, nonostante abbia solo due stelle, è una struttura di tutto rispetto, molto ben organizzato e molto accogliente. Il giudizio finale è stato sicuramente molto positivo.

Se vuoi però approfondire la gamma di possibilità esistenti per scegliere l’alloggio ideale il Val d’Orcia, ti consiglio di leggere la nostra guida specifica su dove dormire in Val d’Orcia, ricca di consigli e spunti per trovare la soluzione perfetta per la tua vacanza.


Potrebbe anche interessarti:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Torna su