Scopri quanto bisogna camminare per dimagrire!

La sola dieta rappresenta un aiuto importante quando si vuole dimagrire, ma non è certo l’unico. L’esercizio fisico è ugualmente necessario per riuscire a buttare giù qualche kg di troppo e camminare rappresenta il modo migliore di fare un po’ di movimento e perdere peso.

Camminare è infatti un tipo di esercizio cardio che aiuta a bruciare le calorie di troppo.

Ma quanto bisogna camminare per dimagrire? Quanto tempo occorre dedicare a questa attività? E’ quello che cercheremo di scoprire nella nostra guida, analizzando la quantità di tempo da impiegare nel cammino quando si vuole perdere peso.


Quanti minuti camminare per dimagrire?

Il consiglio che di solito si da a chi intende iniziare a camminare per dimagrire è quello di cercare di camminare per un tempo che varia dai 30 sino ai 90 minuti al giorno.

quanto bisogna camminare per dimagrire 1

Ovviamente non tutti i giorni si ha il tempo a disposizione per camminare per 90 minuti, ma ciò che conta in questi casi è che nel corso della settimana si cammini per un minimo di 150 minuti.

Ci saranno dunque giorni nei quali si camminerà di più e giorni dove si camminerà di meno.

E’ possibile anche suddividere le sessioni di camminata in più parti di almeno 10 minuti, ma tieni presente che i maggiori benefici si ottengono con sessioni di camminata lunghe almeno 30 minuti (riscaldamento escluso).


Cosa fare se si ha poco tempo a disposizione?

La vita di oggigiorno è molto frenetica e spesso si fa fatica a riuscire a trovare la quantità di tempo necessaria a camminare. Se anche tu non riesci a ritagliare almeno 300 minuti nella giornata per camminare, dovresti provare a suddividere la camminata in sessioni di almeno 10 minuti consecutivi, cercando di camminare a passo sostenuto per aumentare l’intensità.

Ovviamente non è la soluzione migliore, per i motivi che vedremo in seguito, dunque cerca di trovare nel weekend il tempo necessario per almeno una sessione da 30 minuti di fila, di modo da ottenere il massimo dei benefici.


Come camminare per dimagrire?

Quando l’obiettivo della camminata è quello di perdere peso, è necessario farlo procedendo a passo sostenuto, di modo da raggiungere il 60/70% della frequenza cardiaca massima.

Una simile camminata rende possibile parlare, dunque se cammini con amici, avrai la possibilità di discutere con loro, ma rende quasi impossibile cantare, giusto per fare un esempio.

La respirazione procede più forte e veloce di quando si è a riposo , per la rilevazione del battito cardiaco, dovresti avere a disposizione un cardiofrequenzimetro, di modo da poter tenere monitorati i battiti e capire quando l’allenamento procedere per il verso giusto. Qui di seguito trovi uno dei modelli da polso più venduti su Amazon, che non costa eccessivamente.

Offerta
AGPTEK LW11 Smartwatch Uomo Orologio Fitness con 1.3" Full Touch, Impermeabile IP68, Cardiofrequenzimetro da Polso, Activity Tracker Sportivi Contapassi Controllo Musica Cronometro per Android iOS
  • ⌚ [FUNZIONE] Orologio Fitness (contapassi, calorie, distanza), Monitoraggio del Sonno,...
  • 💧 [PERSONALIZZATO & IP68] Schermo a colori IPS full-touch da 1,3 pollici, il watchface può essere...
  • 🔋 [NOTIFICHE & BATTERIA] AGPTEK Smartwatch riceve i messaggi di chiamate in entrata, SMS, Email e...

Ultimo aggiornamento 2022-06-24 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API

E’ importante non partire mai eccedendo le proprie capacità. La foga iniziale porta spesso a procedere subito con lunghe camminate, ma è invece importante muoversi in maniera graduale, camminando su brevi tragitti all’inizio e aumentare poi pian piano con il trascorrere dei giorni.

quanto bisogna camminare per dimagrire

Cerca di allenarti sempre con costanza e se non puoi camminare tutti i giorni, non saltare mai più di una giornata. Il ritmo è importante perché influisce sul metabolismo e sull’abitudine del tuo corpo a bruciare calorie.

Un giorno di riposo è sempre un’ottima idea quando ti senti stanco, perché anche il corpo ha bisogno di riposo, ma assicurati sempre di riprendere a camminare il giorno successivo, senza lasciare che la pigrizia abbia il sopravvento.


Quante calorie si bruciano camminando per 30 minuti?

Il numero di calorie che il corpo è capace di bruciare in 30 minuti dipende essenzialmente dall’intensità della camminata. Di solito in 30 minuti si possono bruciare tra le 100 e le 300 calorie.

Tieni presente che all’inizio della camminata, il corpo tende a bruciare gli zuccheri del corpo e solo dopo la scadenza di questi 30 minuti, il corpo inizia ad attingere dai grassi del corpo: è questo il motivo per cui il tempo di camminata consigliato per dimagrire è di circa 45 minuti per sessione.

Dopo i 30 minuti infatti il corpo inizia ad attingere dal grasso delle cellule adipose, che è poi quello che si accumula nel corpo, ovvero quello che la maggior parte delle persone vuole riuscire a perdere.

Il tuo obiettivo deve dunque essere quello di allenare il corpo a camminare, fino a riuscire a raggiungere un’autonomia che ti porti a camminare per un lasso di tempo maggiore dei 30 minuti.

Pensa sempre al fatto che se riuscissi a camminare per 30 minuti al giorno, riusciresti a bruciare dalle 1.000 alle 3.000 calorie, dando dunque un forte slancio al tuo metabolismo.


Quanta strada si riesce a percorrere in 30 minuti?

Con 30 minuti di camminata a passo svelto si riesce a percorrere una distanza compresa tra 2,5 e 3,5 km.

Ricorda sempre di fare almeno 5 minuti di riscaldamento camminando a passo leggero, prima di aumentare il ritmo, di modo che i muscoli si abituino e tu possa evitare possibili contratture.

Un buon modo per aumentare l’efficacia dell’allentamento è quello di alternare ritmi di camminata intensa e leggera, oppure quella di abbinare alla camminata esercizi più impegnativi, come il salire le scale ad esempio.


Quanto camminare per perdere 10 kg?

Se il tuo obiettivo è quello di perdere circa 10 kg di peso, allora dovresti cercare di bruciare almeno 250 calorie durante la tua passeggiata.

La durata della camminata è influenzata da alcuni fattori, come il tuo peso o l’intensità della camminata. Proviamo a fare qualche esempio nella tabella che segue.

Peso della personaDurata della camminataCalorie bruciate al minutoTotale calorie bruciate
60 kg55”4,7258,5
70 kg45”5,5247,5
80 kg40”6,3252
90 kg35”7,1248,5
100 kg32”7,8249,6

A questo ritmo il peso dovrebbe diminuire di circa 1/2 kg a settimana (sempre seguendo una dieta bilanciata), il che significa che per riuscire a perdere 10 kg, occorreranno circa 20 settimane.


Quanto camminare per perdere 1 kg?

Perdere un solo kg con la camminata è un obiettivo molto semplice da raggiungere, specie se all’attività fisica si abbina una dieta bilanciata. Il tempo necessario per perdere 1 kg varia in base all’intensità della camminata e al peso di partenza, ma è semplice che dopo meno di 2 settimane di allenamento costante della durata di circa 30 minuti, tu possa dimagrire di un kg, senza eccessivi sforzi.


Quanto camminare per perdere 5 kg?

L’obiettivo di perdere 5 kg grazie alla camminata è più difficile da raggiungere, ma assolutamente non impossibile.

Pur variando molto in base all’intensità della camminata e al peso di partenza, di solito è possibile raggiungere l’obiettivo allenandosi almeno 3 volte a settimana, per una durata di almeno 30 minuti.

In un tempo anche inferiore ai 3 mesi, dovreste raggiungere il traguardo.


Quanto di dimagrisce camminando un’ora al giorno?

Fare una stima è abbastanza complicato, perché la quantità di peso che si può perdere camminando un’ora al giorno dipende parecchio dall’intensità della camminata, dal tipo di percorso e dal peso corporeo di partenza.

Diciamo che in teoria si potrebbe arrivare a perdere sino a 1 kg a settimana, perché un’ora al giorno rimane un tipo di allenamento molto buono che permette di bruciare una buona quantità di grassi.


Dopo quanto tempo si vedono i benefici della camminata veloce?

Non occorre attendere a lungo per notare i primi risultati quando si inizia a camminare per dimagrire. Diciamo che già dopo il primo mese potresti aver perso oltre i 2 kg di peso e dovresti iniziare a notare la differenza sia nella tua capacità di camminare meglio, sia nel benessere del tuo corpo.

Per notare i primi benefici a livello muscolare occorre invece più tempo e i primi miglioramenti diventano visibili dopo 3 mesi di allenamento.


Quanto camminare per far dimagrire la pancia?

Camminare rappresenta un ottimo aiuto per far dimagrire la zona della pancia, ovvero quella dove di solito si concentrano la maggior parte dei grassi.

La camminata consente di bruciare i grassi, specie quando si supera la mezzora consecutiva di allenamento, dunque facendo un costante allenamento della durata maggiore di 30 minuti, dovresti riuscire a ridurre il girovita in tempi relativamente brevi.


Scopri altri consigli per dimagrire camminando:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Torna su