perché le gondole di venezia sono nere

Perché le gondole di Venezia sono nere?

Se avete mai avuto la fortuna di alloggiare a Venezia, avrete sicuramente avuto molte occasioni di vedere Veneziani e turisti muoversi tra le acque della laguna a bordo delle famose gondole.

La gondola è infatti il mezzo per eccellenza di Venezia, divenuto oggi giorno una grande attrazione per i turisti, che in questo modo hanno la possibilità di visitare la città sulle sue acque, godendo di panorami unici e di scorci dal fascino unico.

La gondola è un’imbarcazione caratteristica che, nel corso degli anni, è divenuto un vero simbolo della città. L’unico lato negativo di questo mezzo è che il costo di un giro in gondola a Venezia è abbastanza caro, anche se effettivamente ne vale certo la pena.

Ad ogni modo se siete stati attenti mentre passeggiavate per le vie veneziane, avrete certamente notato che tutte le gondole in laguna sono tutte di colore nero.

Io ai tempi mi chiesi subito per quale motivo non esistesse una gondola di diverso colore e perché magari non le addobbassero in maniera particolare, anche per avere l’occasione di distinguersi dalle altre.

Tornato a casa ho deciso di cercare una risposta a questa domanda. Il risultato delle mie ricerche potete consultarlo nelle righe che seguono.


Come mai tutte le gondole di Venezia sono nere?

Nel corso dei secoli la gondola ha profondamente modificato il suo aspetto, sia dal punto di vista estetico che funzionale. Nata già intorno ai primi anni 1000, divenne ben presto il mezzo principale per i Veneziani per muoversi all’interno della laguna.

Inizialmente però la gondola non era un mezzo per tutti, perché non tutti potevano permettersene una.

Il mezzo era diventato una sorta di status per nobili e aristocratici, che usavano muoversi in laguna a bordo di questi mezzi. Per la classe povero o per il ceto medio, la gondola rimaneva un sogno difficilmente realizzabile, che solo in pochi potevano permettersi.

In passato si poteva assistere quotidianamente alla sfilata di numerose gondole, cosa che oggi è rivissuta durante la famosa Regata Storica, durante la quale sfilano sulle acque lagunari numerose gondole risalenti al ‘500.

Sulle acque lagunari si alternavano ai tempi numerose gondole, decorate con vistosi dettagli dorati. Tutto ciò oggi invece non è più possibile e le gondole appaiono tutte di colore nero, senza alcun tipo di decorazione o colore.

La prima teoria che spiega il perché le gondole siano tutte di colore nero risale al 1609. Un documento risalente proprio a quell’anno spiega come fu il Senato de La Serenissima a decidere che le gondole dovessero essere dipinte tutte di nero e ricoperte di un panno di lana dello stesso colore, divenendo dunque tutte uguali.

Il decreto arrivava dopo l’introduzione di sanzioni per coloro che decoravano le gondole, che tuttavia si dimostrarono completamente inutili, perché tanti borghesi preferivano pagare la sanzione senza rinunciare ad abbellire a piacimento la propria gondola.

La ragione di tale divieto derivava dal fatto che la competizione sulla decorazione delle gondole era diventata così grande da rendere la stessa competizione eccessiva agli occhi dei più.

Fu così necessario imporre una certa morigeratezza per legge che impose un unico colore per le gondole e che si è spinta sino ai giorni nostri.


Altre teorie sul colore delle gondole

La teoria appena vista sembra proprio quella più attendibile per spiegare il colore che le gondole tutt’ora hanno, proprio perché surrogata dalla presenza di un documento storico che ne testimonia la validità.

Ma esistono ulteriori teorie che provano a spiegare questa singolare abitudine dei veneziani.

Una di queste lega il colore nero delle gondole alla caduta della grandissima Repubblica di Venezia. Pare che si decise di dipingere tutte le gondole di nero come segno di lutto per ricordare questo tragico evento.

Altri sostengono invece che il colore nero delle gondole sia un segno di lutto per ricordare le 50.000 vittime causate dalla peste del 1630.


Perché si scelse proprio il colore nero?

La cultura di oggi in Occidente porterebbe a pensare che il colore nero sia un segno di lutto. Non era certamente così però secoli fa, quando ad esempio a Venezia, il colore che identificava il lutto era il rosso.

Il nero invece ai tempi era sinonimo di eleganza e proprio per questo motivo fu scelto per decorare le gondole.


Potrebbe anche interessarti:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Torna su