perche l'italia si chiama italia

Perché l’Italia si chiama Italia? 7 possibili risposte

I nomi delle città, proprio come i nomi delle nazioni, hanno spesso un’etimologia complessa, che viene dal passato e la cui origine è spesso avvolta nel mistero.

Lo stesso vale per l’etimologia della nostra cara nazione, le cui origini sono ancora spesso oggetto di discussione sia di linguisti che di storici.

Eppure esistono alcune possibili spiegazioni che provano a rispondere alla domanda “Perché l’Italia si chiama Italia?” e in questa breve guida cercheremo di dare una risposta.

Quale di queste interpretazioni sia quella più probabile o più vicina al vero è difficile dirlo, ma questo d’altronde non è un compito che spetta a noi.

Proviamo dunque a vagliare tutte le ipotesi nelle righe che seguono.


#1 L’origine greca

Una delle ipotesi più plausibili sulle origini del nome Italia vede il vocabolo derivare dalla parola greca italòi, termine col quale veniva designata una popolazione appartenente ai Siculi che, varcando lo stretto di Messina, si era trasferita sulla punta inferiore dello stivale, nei pressi di quella che oggi è la città di Catanzaro.

Si pensa comunque che nell’antichità il nome venisse usato per designare la parte più meridionale della penisola, tanto è vero che gli stessi greci, che si stabilirono nell’attuale Calabria usavano definire se stessi come italiòti, ovvero abitanti dell’Italia.

Questa popolazione era inoltre solita venerare il simulacro di un vitello e proprio per questo motivo la parola dovrebbe indicare nella specifico gli “abitanti della terra dei vitelli” (secondo quanto riporta la stessa Wikipedia).

Successivamente, ad ogni modo, il termine Italia si inizia ad usare per definire l’intera penisola fino in pratica all’inizio di quella che oggi è l’Italia Settentrionale, come testimonia tra gli altri anche lo stesso Aristotele.

Solo con l’avvento dell’Antica Roma e lo sviluppo del suo dominio sull’intero territorio italiano, il termine Italia fu esteso sino alle Alpi, designando anche l’intera Liguria a Ovest sino all’Istria ad Est.


#2 La leggenda di Italo

Come anticipato in apertura, ciò che riguarda la nascita del nome Italia non è sempre chiaro e definito, ma molto spesso è avvolto nel mistero o nel misticismo, come testimonia la leggenda di Italo.

Italo era il re degli Enotri e la leggenda vuole che fosse vissuto 16 generazioni prima della Guerra di Troia e fu proprio grazie a lui che l’Italia assunse il suo nome.


#3 Italia come vitelli

Sono in tanti e non dare eccessivo peso alla versione mitologica che abbiamo appena visto, tra questi vi è anche un certo Varrone, il quale preferisce far derivare la parola Italia dalla parola Vitelli, proprio per la bellezza dei bovini presenti sul suo territorio.

In latino vitelli si dice infatti Vitulus e può assumere la forma di Vitalia. Da qui si giunge alla finale forma di Italia a causa dell’intervento del greco classico, che non contempla la V.


#4 Italia come Terra infuocata

Nel susseguirsi di interpretazioni sulle origini del nome Italia, esiste un’ulteriore teoria che lega l’etimologia della parola ad un’origine greca.

Secondo questa teoria i greci usavano riferirsi alla parte meridionale della penisola con il nome Aithalia che è spesso legata al fuoco in quella lingua (etimologia dalla quale deriverebbe lo stesso nome Etna).

La parola Italia indicherebbe dunque una “terra infuocata” o una “terra dal tramonto di fuoco”, forse riferendosi proprio all’origine vulcanica delle terre della penisola.


#5 L’origine osca

Un’altra innovativa teoria tralascia la possibile origine greca o latina del termine per prediligere un’origine osca. Gli Osci erano una popolazione molto variegata, la cui lingua era appunto l’osco, che abitava una buona parte dell’Italia meridionale.

Secondo questa teoria il nome deriverebbe dalla parola Viteliù, che andrebbe ad indicare una “terra dei bovini giovani”. Con il passaggio al latino prima e al greco poi, sarebbe decaduta la solita V iniziale.

La teoria poggia sul fatto che il toro o i bovini erano un simbolo molto forte dell’Italia meridionale e che queste popolazioni tentarono di opporsi all’avanzata di Roma, al punto che sono diverse le raffigurazioni che vedono un bovino incornare una lupa.

La prima testimonianza di tale fatto risale al ritrovamento di una moneta, datata 90 a.C., sulla quale è raffigurata una personificazione dell’Italia, incarnata da una dea, accompagnata da una legenda indicante la stessa parola ITALIA.


#6 L’origine etrusca

Non mancano gli studiosi che propongono invece un’origine etrusca del nome e si oppongono fortemente sia alle interpretazioni che tendono a dare origine al nome dal latino, sia a quelle che intendono trovarne l’origine nel greco.

Queste visioni si oppongono fortemente ad alcune teorie viste in precedenza, sostenendo, tra l’altro, che il nome si sia diffuso dal nord verso il sud e non viceversa.


#7 La derivazione semitica

Un’ultima teoria, che non ha riscosso molto successo, sostiene che il nome Italia derivi dalla parola Atalu, che in accadico (lingua semitica) significherebbe “terra del tramonto”.


Conclusioni

Si può facilmente notare come l’origine di un nome così semplice, sia in realtà molto complicato da ricostruire e siano tante le possibili interpretazioni, alcune anche molto fantasiose, che numerosi studiosi hanno cercato di proporre come possibile soluzione al problema.

Certo è che il nostro paese è una terra complicata e affascinante, da sempre alle prese con nuovi visitatori. Se oggi sono tanti i migranti che provano a sbarcare sulle nostre coste, in antichità erano tante le popolazioni che provavano a conquistarne i territori.

In questo continuo via vai di persone, cose e animali, le lingue si incontrano, si mischiano e si influenzano l’una con l’altra, al punto dal rendere forse impossibile avere un’idea chiara e definita su quale possa essere l’esatta origine del nome.

Ma forse è proprio questa storia così intrisa di passaggi e influenze a rendere così affascinante il nostro paese e a farlo sognare a milioni di persone al mondo.


Potrebbe anche interessarti:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Torna su