cosa vedere vicino al colosseo

Cosa vedere vicino al Colosseo? 10 attrazioni a meno di 30 minuti a piedi

Ogni qualvolta mi ritrovo a vedere nuovamente Roma, non riesco proprio a fare a meno di andare a visitare il Colosseo. Pensare che questa imponente costruzione risalga a millenni fa e che una grandiosa civiltà si sia sviluppata attorno a questo monumento, è per me motivo di orgoglio tale, che penso che un salto da queste parti sia sempre il minimo.

Certo è che la visita del Colosseo può impegnarvi per alcune ore ma non di certo tutta la giornata. Ecco perché è importante capire cosa si possa fare subito dopo la visita.

In realtà il Colosseo sorge in posizione abbastanza fortunata e sono numerose le attrazioni che si trovano nelle sue immediate vicinanze, al punto tale che è possibile trascorrere un’intera giornata ad osservare le bellezze che si trovano in questa parte della capitale d’Italia.

Occorre però prepararsi un minimo, poiché altrimenti rischiate di trovarvi un poco disorientati all’uscita dal Colosseo, senza sapere da che parte dirigervi.

Ecco perché ho pensato di proporvi questa guida che mira a spiegarvi cosa vedere vicino al Colosseo e che cerca di darvi un’idea di come possiate trascorrere il resto della giornata una volta terminata la visita.

Io da anni ripeto spesso lo stesso itinerario, quando posso permettervelo, e posso garantirvi che a fine giornata i vostri occhi saranno stanchi di ammirare così tanta bellezza.


10 attrazioni da vedere vicino al Colosseo

Sono riuscito a trovare ben 10 diverse attrazioni che possono essere raggiunte comodamente a piedi partendo dal Colosseo. Si tratta di alcuni dei tesori più belli che Roma nasconde al suo interno, alcuni dei quali scommetto non riuscirete a resistere dalla tentazione di visitare.


#1 Il Foro Romano e Palatino

Foro romano roma
Distanza dal ColosseoTempo di percorrenza a piedi
37 metri1 minuto

Il Foro Romano e Palatino si trovano spesso inclusi con la visita al Colosseo, nel senso che spesso il biglietto di ingresso al Colosseo include anche la visita al Foro Romano.

Non è però sempre così e talvolta occorre acquistare un secondo biglietto per l’ingresso al Foro Romano. Ciò che importa in questo caso è soprattutto il fatto che il Foro Romano si trova vicinissimo al Colosseo e bastano pochi passi per arrivarci.

Se vi state chiedendo se ne valga la pena visitarlo, allora posso sicuramente garantirvi di sì. Il Foro Romano è stupendo da visitare, poiché farete ingresso in una vera e propria cittadina dell’antica Roma, immersi all’interno dei resti ben conservati di strade, piazze e antichi palazzi.

Al suo interno si trovano diversi templi, tra cui quello di Antonino e Faustina, alcuni archi molto belli come quello di Tito e di Severo Settimio, e addirittura un’antica Basilica.

Il Foro Romano rappresenta una grande attrazione della capitale, che sicuramente non possiede la fama che può avere il Colosseo, ma che dal punto di vista storico e culturale, incarna uno dei luoghi maggiormente interessante da visitare e che personalmente vi consiglio di non perdere.

Vi consiglio di acquistare i biglietti online, di modo che possiate evitare di fare la coda all’ingresso. Li trovate seguendo questo link.


#2 Il Circo Massimo e le Terme di Caracalla

circo massimo roma
Distanza dal ColosseoTempo di percorrenza a piedi
750 metri9 minuti

Il Circo Massimo sorge a pochissima distanza dal Colosseo e rappresenta, insieme alle Terme di Caracalla, che si trovano a pochi passi, una delle più belle attrazioni che dall’Antica Roma sono rimaste sino ai giorni nostri.

Si pensa che questa zona di Roma, fin dall’antichità, fosse il luogo ideale dove svolgere scambi commerciali ed entrare in contatto con popolazioni straniere.

E’ questo il motivo per cui il Circo Massimo divenne sede di giochi e gare, diventando la sede di più grandi dimensioni della storia, atta ad ospitare giochi, con i suoi 600 metri di lunghezza e 140 di larghezza.

Il Circo Massimo è anche avvolto nella leggenda della storia romana. Pare che qui infatti si svolse la strana vicenda del Ratto delle Sabine, secondo cui Romolo, dopo aver fondato Roma, si rivolse alle popolazioni vicine per ottenere delle donne con cui popolare la città appena nata.

Dopo aver ricevuto un rifiuto organizzò un grande spettacolo proprio al Circo Massimo per attirarvi gli abitanti della zona e rapire le loro donne.

Le vicine Terme di Caracalla sono invece uno splendido esempio di antiche terme imperiali, in perfetto stato di conservazione e molto affascinanti da visitare, specie poiché nell’Antica Roma veniva riposta grande importanza a simili luoghi e l’imponente struttura ne rispecchia il valore che poteva avere per la popolazione.

Entrambe le attrazioni sono visitabili, grazie ad un tour guidato molto ben organizzato che è possibile acquistare al seguente indirizzo.


#3 I Musei Capitolini

musei capitolini roma
Distanza dal ColosseoTempo di percorrenza a piedi
1,1 km13 minuti

A poco più di una decina di minuti di camminata dal Colosseo, si trovano i Musei Capitolini, che sono uno dei musei più importanti della città, ma anche uno dei più antichi.

La loro origine si fa risalire comunemente a l1471, anno in cui il papa Sesto IV donò alla città delle splendide sculture in bronzo. Il museo si sviluppa oggi all’interno di due imponenti edifici su piazza del Campidoglio: il Palazzo Nuovo e il Palazzo dei Conservatori, che sono però collegati tra loro da una galleria sotterranea, non è dunque necessario uscire da un palazzo per visitare l’altro.

Il Palazzo dei Conservatori è celebre per custodire la famosa Lupa Capitolina, simbolo della città, oltre ad ospitare pregiate opere di illustri artisti come Caravaggio, Tiziano, Tintoretto e Rubens.

Il Palazzo Nuovo è invece maggiormente incentrato sull’arte scultorea e presenta alcune interessanti opere, per lo più copie romane di originali greci, come La Venus Capitolina, il Discobolo di Mirone e la Galata Morente.

Numerosi sono anche i resti di opere di origine greca, che presumibilmente decoravano in passato spazi e giardini della nobiltà romana.

Per scoprire i Musei Capitolini è consigliabile prenotare un tour guidato in compagnia di una guida esperta, di modo da riuscire a conoscere ogni dettaglio del museo. Il tour può essere prenotato a questo indirizzo.


#4 Vista panoramica di Roma dal Vittoriano

Vista panoramica di Roma dal Vittoriano
Distanza dal ColosseoTempo di percorrenza a piedi
1,2 km16 minuti

Tutti conosciamo il Vittoriano, l’imponente palazzo che domina Piazza Venezia, ma in pochi sanno che al suo interno è presente un suggestivo ascensore che permette di raggiungere una posizione elevata, dalla quale godere di uno splendido paesaggio sulla città di Roma.

La singolare statua del carro dell’edificio nasconde infatti una bellissima terrazza, alla quale si accede grazie ad un ascensore interamente realizzato in vetro.

Dalla terrazza è possibile ammirare lo stesso Colosseo, il Foro Romano e il mercato di Traiano, godendo di un punto di vista decisamente speciale, dal quale osservare Roma.

Con l’acquisto online del biglietto di ottiene anche la possibilità di scaricare un’audioguida che ci accompagna durante il percorso. I biglietti vanno acquistati a questo indirizzo.


#5 Il Palazzo Doria Pamphilj

Palazzo doria pamphilj
Distanza dal ColosseoTempo di percorrenza a piedi
1,3 km17 minuti

Il Palazzo Doria Pamphilj è quanto di più inaspettato possiate trovare da visitare nei pressi del Colosseo. Almeno per quanto mi riguarda, il Palazzo mi ha sorpreso parecchio in positivo, specie perché non è affatto famoso e spesso non lo si conosce affatto.

Si tratta innanzitutto di un antico edificio, che dall’esterno però non lascia intuire nulla di cosa si celi al suo interno. All’interno è infatti ospitata una grande collezione privata di circa 400 dipinti, databili tra il XV e il XVIII secolo.

La pinacoteca ha la fortuna di poter citare tra le opere esposte, capolavori di illustri pittori come Caravaggio, Raffaello, Tiziano, Bernini e Velazquez.

Ma ciò che colpisce del Palazzo Doria Pamphilj non sono solo le sue opere d’arte, ma anche e soprattutto la sua architettura interna, i pesanti decori delle stanze e gli antichi oggetti di arredamento, che vi permetteranno di fare un salto nel passato e scoprire il modo di vivere di centinaia di anni fa.

Per la visita è possibile scegliere se acquistare i semplici biglietti di ingresso (che trovate qui) o fare una visita guidata in compagnia di un esperto, che si può prenotare a questo indirizzo.


#6 San Giovanni in Laterano e Scala Santa

san giovanni in luterano
Distanza dal ColosseoTempo di percorrenza a piedi
1,4 km17 minuti

La Basilica di San Giovanni in Laterano è la cattedrale della diocesi romana e rappresenta la più antica e importante basilica del mondo occidentale.

Ci troviamo in territorio papale, nonostante ci si trovi al di fuori del Vaticano, poiché la Santa Sede ha qui la propria residenza e la Repubblica Italiana ha riconosciuto al Vaticano particolari privilegi extra-territoriali.

La basilica è considerata uno dei principali capolavori del Borromini, che ci lavorò nel XVII secolo, ma la storia di questa affascinante chiesa affonda le sue radici in quella dell’Antica Roma, poiché la sua costruzione data al lontano IV secolo d.C.

All’interno della basilica è dunque possibile ammirare opere d’arte provenienti da diversi periodi storici, tra i quali spicca un bellissimo affresco di Giotto, raffigurante il Papa Bonifacio VIII durante l’indizione del Giubileo del 1300.

Il Borromini diede invece un nuovo assetto alla navata centrale, collocando nuovi pilastri, sormontati da archi al di sopra dei quali si creano un totale di 12 nicchie, all’interno delle quali sono state collocate le statue dei 12 apostoli.

All’interno della basilica sono anche custodite le reliquie degli apostoli Pietro e Paolo, mentre lo spazio esterno è occupato da un bellissimo chiostro, al cui centro si trova il pozzo della Samaritana.

Proprio accanto alla basilica si trova poi il Santuario di Santa Scala, luogo che è diventato meta del pellegrinaggio dei cattolici di mezzo mondo.

La tradizione vuole che Sant’Elena, durante un pellegrinaggio in Terra Santa, fece smontare e trasportare a Roma, la scala percorsa da Gesù per recarsi al Sinedrio da Ponzio Pilato.

Oggi la scala conta 28 gradini che, sempre secondo la tradizione, possono essere percorsi solo in ginocchio. Dalla sommità della scala, è possibile osservare la Sancta Sanctorum, una cappella privata dei papi, considerato uno dei luoghi più sacri esistenti al mondo.

Sia la basilica che la scala possono essere visitati con un bellissimo free tour in compagnia di una guida esperta, che può essere prenotato sul sito Civitatis.


#7 Il Ghetto Ebraico di Roma

Distanza dal ColosseoTempo di percorrenza a piedi
1,7 km21 minuti

Proprio come il ghetto ebraico di Venezia, il ghetto di Roma rimane uno dei luoghi più curiosi e affascinanti da visitare in città, a circa 20 minuti di cammino dal Colosseo.

Delimitato dal Tevere da una parte e da piazza Venezia dall’altra, questo piccolo quartiere ha visto evolversi la vita della comunità ebraica romana, nel corso delle peripezie che secoli di storia gli hanno inflitto.

Senza entrare nei dettagli, occorre però dire che il quartiere è oggi divenuto una meta di forte interesse, sia dal punto di vista culturale e religioso, per via della presenza del Museo Ebraico e della Sinagoga, ma anche dal punto di vista gastronomico, poiché da queste parti sono nati numerosi ristoranti molto interessanti, che hanno sapientemente mixato la tradizione culinaria ebrea a quella romana.

Visitarlo è dunque un consiglio spassionato e meglio farlo col tour guidato disponibile sempre su Civitatis.


#8 Piazza Navona e i suoi sotterranei

piazza navona e i suoi sotterranei
Distanza dal ColosseoTempo di percorrenza a piedi
2 km25 minuti

Piazza Navona è sicuramente la mia piazza preferita di Roma e ci passo spesso ad ammirare l’incredibile fontana dei Quattro Fiumi del Bernini, che mi colpisce sempre in maniera decisa.

La piazza è poi una bella zona di Roma, sempre molto viva e con un via vai di persone indaffarate, curiosi e turisti. Ciò che in pochi sanno è però che al di sotto della piazza si cela un tesoro nascosto, che è molto affascinante da andare a scoprire.

Nel sottosuolo si trovano infatti i resti dello Stadio Domiziano, un grande stadio di forma ovale all’interno del quale venivano disputate gare di atletica e che veniva molto frequentato dagli sportivi del passato.

La cosa incredibile da ammirare è l’incredibile stato di conservazione dello stadio, che ha mantenuto ottime condizioni che è molto interessante andare a scoprire, specie con il tour guidato che potete trovare a questo indirizzo.


#9 Il Pantheon

Pantheon Roma
Distanza dal ColosseoTempo di percorrenza a piedi
1,8 km23 minuti

Il Pantheon merita decisamente una bella camminata di una ventina di minuti, poiché si tratta di uno dei più bei monumenti della capitale.

Si tratta in realtà di un antico tempio, tributo a tutti gli dei del passato, del presente e del futuro. Si compone di una struttura rotonda e di un portico con alte colonne corinzie, che sono forse il suo lato maggiormente conosciuto.

Il monumento è molto affascinante ed è stato fonte di ispirazione per numerosi artisti nel corso dei secoli, al punto che lo stesso Raffaello decide di voler riposare in eterno al suo interno.

Oggi lo si può visitare tramite un bellissimo tour guidato, prenotabile a questo indirizzo.


#10 La Cripta dei Cappuccini e Santa Maria della Vittoria

Distanza dal ColosseoTempo di percorrenza a piedi
2 km26 minuti

La Chiesa di Santa Maria della Vittoria deve molta della sua fama per essere stata al centro di diverse scene di alcuni film di Dan Brown per i motivi che scopriremo a breve.

La Chiesa è un bell’esempio di architettura barocca, costruita nel XVII secolo, custodisce al suo interno un bellissimo capolavoro del Bernini, la scultura Estati di Santa Teresa d’Avila.

Ma il lato maggiormente curioso e integrante della chiesa è sicuramente ciò che si cela al di sotto: la cripta dei Cappuccini, uno dei luoghi più macabri dell’intera città di Roma, poiché le sue pareti sono decorate con ossa e teschi umane!

La chiesa e la cripta sono dunque un luogo decisamente diverso dal solito, bello da scoprire, specie se in compagnia di una guida esperta, come nell’offerta che Civitatis ci propone a questo indirizzo.


Potrebbe anche interessarti:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Torna su