cosa vedere gratis a venezia

Cosa vedere gratis a Venezia? 12 idee senza spendere un quattrino!

In vacanza a Venezia ma a corto di soldi?

E’ ovvio che possa sempre capitare e noi non intendiamo certo rinunciare ad una possibile vacanza perché non navighiamo nell’oro. Ecco dunque che oggi abbiamo raccolto ben 12 attività che si possono svolgere in città senza spendere un euro.

Si perché anche a Venezia non si deve per forza pagare qualsiasi cosa, ma è possibile sfruttare alcune possibilità che non hanno alcun costo.

Primo fra tutti dovreste testare i free tour di Civitatis, che sono uno dei modi più interessanti ed economici per visitare qualsiasi città, ma che a Venezia sono particolarmente ben riusciti, e poi ci sono diverse altre attrazioni che non prevedono il pagamento di un biglietto, dunque non rimane che partire alla scoperta di cosa vedere gratis a Venezia!

12 cose da vedere gratis a Venezia

Eccoci dunque giunti alla classifica delle 12 attrazioni, delle quali è possibile godere appieno a Venezia senza spendere nulla.

Abbiamo selezionato per voi 12 diversi tipi di attività, partendo proprio dai già citati free tour e aggiungendo qualche altra chicca di particolare interesse. Vediamole adesso insieme.

Se sono i free tour a stuzzicare la vostra attenzione, vi raccomando di consultare la nostra guida ai migliori free tour di Venezia.

#1 Free tour del centro storico di Venezia

cosa vedere gratis a venezia

Sappiamo tutti che quando si giunge in una nuova città da visitare, il suo centro storico è una delle attrazioni di maggior interesse e Venezia non fa certo eccezione.

All’interno del centro si concentrano infatti alcune delle attrazioni di maggior interesse della città. E’ vero che Venezia è cosparsa di tesori di immenso pregio, che vanno anche al di fuori del suo centro storico, come abbiamo già avuto modo di analizzare nella nostra guida sui 12 luoghi meno noti di Venezia, ma il suo centro è sicuramente la prima cosa da andare a scoprire, specie se è la vostra prima volta in città, ma non solo.

Scoprire il centro di Venezia in autonomia, non è affatto una cattiva idea, per carità. Perdersi tra le sue viuzze strette e i suoi ponti pittoreschi, è sicuramente una grande emozione, ma occorre ammettere che avere la possibilità di visitarne il centro accompagnati da una guida esperta, ha un gusto diverso e permettere di godere in maniera più intensa dell’esperienza.

I tour guidati in centro però solitamente costano abbastanza, a meno che non scegliate di rivolgervi ai tour gratis della città lagunare, che sono proposti da Civitatis.

Quello probabilmente più gettonato, è il tour del centro storico de La Serenissima, che ci porta alla scoperta delle più belle attrazioni della città: il Palazzo Ducale e la piazza San Marco, il Teatro La Fenice, il Canal Grande, la Basilica di Santa Maria della Salute, il Ponte di Rialto e la Scala Contarini del Bovolo.

Avremo dunque l’occasione di godere di un’ampia panoramica di Venezia e dei suoi principali luoghi di interesse, accompagnati da una guida esperta, in un tour della durata di 1 ora e mezza.

Difficile trovare un’occasione di visitare in maniera così approfondita il centro della città, spendendo quasi nulla. Per scoprire i dettagli dell’offerta, puoi consultare il sito Civitatis a questo link.

#2 Free tour alternativo di Venezia

Se siete stanchi dei classici tour a piedi in città, allora potreste optare per un tour alternativo all’interno di Venezia. Anche in questo caso parliamo di un tour gratis, ma che presenta un pizzico di peculiarità, presentando la città dalle gondole nere, in una diversa prospettiva.

Il free tour prende avvio al calar della sera, quando la città veneziana viene avvolta da una bella atmosfera che la rende particolarmente affascinante.

Nel corso del free tour si passa per alcuni dei luoghi meno conosciuti di Venezia, evitando le orde di turisti che affollano la classica piazza San Pietro.

La guida esperta che ci accompagnerà nel percorso ci racconterà racconti inediti sulla città e percorrendo il Canal Grande ci narrerà del nero periodo in cui la città è stata afflitta dalla peste.

Si percorrerà poi il quartiere San Polo, scoprendo il suo bellissimo Campo San Polo, centro vitale del quartiere. Riusciremo anche a vedere uno squero veneziano, dove vengono costruite e riparate le gondole, concludendo poi il nostro free tour di 2 ore e mezza con un ottimo spritz alla veneziana.

Per prenotare il tour è sufficiente visitare la pagina che trovate a questo indirizzo, dove potrete anche consultare maggiori informazioni sull’esperienza.

#3 Free Tour dei misteri e delle leggende di Venezia

Se non siete persone che si accontentano del classico tour di Venezia, ma chiedete qualcosa di più dall’esperienza in città e i misteri stuzzicano in voi un particolare fascino, allora esiste anche la possibilità di prenotare un free tour dei misteri e delle leggende di Venezia a questo indirizzo, del quale abbiamo già avuto modo di parlare nella nostra guida sulle leggende e i fantasmi che avvolgono la città veneziana.

Si tratta di un percorso alternativo in città, dove una guida esperta ci porta alla scoperta di tutti i segreti che la città di Venezia nasconde al suo interno.

Si percorreranno le sponde del Canal Grande, immersi all’interno degli antichi palazzi veneziani, passando per i campi e campielli più misteriosi in città e giungendo sino all’interno del Ghetto ebraico.

Distanti dai luoghi frequentati dal turismo di massa, questo free tour permette di scoprire una Venezia diversa, quella frequentata dai residenti e di andare alla ricerca dei luoghi avvolti da maggior mistero all’interno della città lagunare.

#4 La Calle più stretta di Venezia: Calle Varisco

luoghi-meno-noti-di-venezia-calle-varisco-

Passiamo ora ad un altro luogo stravagante in città: la Calle Varisco.

Calle Varisco è la calle più stretta di Venezia e gettarci uno sguardo costituisce un’esperienza senza dubbio molto particolare.

La viuzza è larga infatti soli 53 cm e si trova a pochi passi da Campo San Cancian, ma individuarla potrebbe non essere così semplice, al punto che potrebbe essere necessario chiedere indicazioni, una volta giunti nelle vicinanze.

Si tratta sicuramente di uno dei luoghi più strani in città, che offre l’occasione di scattare qualche foto alternativa e particolare, il tutto ovviamente senza spendere un euro.

#5 Il Ghetto Ebraico

Il-ghetto-ebraico-di-venezia

Al quinto posto della nostra classifica non poteva certo mancare il luogo che io amo maggiormente in città: il suo Ghetto Ebraico.

Ci troviamo in un quartiere abitato da ebrei, che si sono insediati qui intorno al 1500. L’accesso al quartiere avviene tramite due ponti, poiché si trova su un’isola, attaccata al resto della città.

In questo modo in passato era possibile controllare gli accessi in maniera abbastanza semplice e il quartiere veniva chiuso da cancelli alla notte per essere riaperto solo all’indomani mattina.

Il motivo per cui è così interessante visitare il Ghetto Ebraico è sicuramente per riuscire a respirare quell’atmosfera particolare che è possibile vivere nel quartiere.

Questa zona è abitata da persone fortemente ancorate alle tradizioni e molto legata a riti, profumi e comportamenti del passato.

Assaporare gli odori che si respirano nell’aria, fermarsi a mangiare un pasto tipico in uno dei ristoranti della zona o semplicemente osservare la vita quotidiana del quartiere, rimane a mio avviso un’esperienza che non si può proprio evitare.

Per coloro che vogliono avere dettagli ancora più profondi del quartiere e vivere un’esperienza ancora più viva, è anche possibile prenotare un tour guidato ad un prezzo molto economico a questo indirizzo.

Se volete sfamare la vostra sete di conoscenza sul ghetto, vi consiglio invece la lettura del nostro approfondimento su cosa vedere nel ghetto ebraico di Venezia.

#6 La Libreria Acqua Alta

Libreria-acqua-alta-venezia

A poca distanza dalle principali attrazioni della città, nascosta all’interno di una delle sue strette calli, si trova quella che è possibile considerare una delle librerie più affascinanti e particolari del mondo: la Libreria Acqua Alta.

Il luogo è completamente invaso da libri ovunque e, per salvaguardarne l’integrità in caso di acqua alta in città, il proprietario ha inserito al suo interno decine di accessori provenienti dal mondo del mare: piccole barche, antiche gondole, canoe e vasche.

Se siete alla ricerca di un libro specifico, dovrete dotarvi di santa pazienza, poiché non esiste un catalogo digitale dei libri custoditi al suo interno, ma solo la memoria del suo strano proprietario Luigi, vicentino di origini veneziane.

Il proprietario è poi una delle stesse attrazioni della libreria, sempre pronto ad accogliere i visitatori e guidarli all’interno della libreria armato di sorriso.

Tra le cose più fantasiose, al suo interno potrete trovare una scala interamente realizzata di libri, che consente l’accesso ad una zona rialzata, dalla quale godere di una splendida vista sulle calle veneziane.

Per maggiori informazioni, potete consultare la loro pagina Facebook disponibile a questo indirizzo.

#7 Veduta della Piazza San Marco

E’ ovvio che non si può venire a Venezia senza vedere il suo luogo simbolo: la sua piazza San Marco.

Ovviamente la veduta ha un che di particolare, essendo uno dei luoghi più belli della città, nonché uno dei motivi principali per cui migliaia di visitatori giungono a Venezia.

Con lo splendido Palazzo Ducale e la Basilica di San Marco sullo sfondo, questa piazza è un vero e proprio capolavoro di architettura tipica e la sua maestosità è sicuramente uno dei motivi per cui qui, anche un solo caffè può costare una cifra altissima, dunque fate attenzione a ciò che consumate da queste parti.

Ammirare la piazza dall’esterno è completamente gratuito, ma la principale difficoltà che incontrerete sarà resistere ad una visita guidata all’interno del Palazzo Ducale, luogo ricco di storia e dal fascino unico.

Qualora doveste cedere alla tentazione di scoprirlo, potete acquistare i biglietti online (con ingresso prioritario salta fila) a questo indirizzo.

#8 La Biblioteca Marciana

La Biblioteca Nazionale Marciana è una delle biblioteche più antiche e importanti di Venezia, ma anche dell’Italia intera. Al suo interno si conservano infatti alcuni dei manoscritti greci, latini e orientali più importanti al mondo.

La sua nascita è dovuta alla donazione che il patriarca Bessarione fece alla Repubblica di Venezia: centinaia di manoscritti greci, per i quali temeva potessero cadere in mani turche.

Ma il patriarca impose a Venezia la costruzione di un edificio, all’interno del quale potessero essere custoditi, sfida che i veneziani accettarono di buon grado, dando vita alla biblioteca.

La biblioteca sorge proprio accanto alla famosa piazza San Marco e le sue mura nascondo tutto il pregio delle grandi capacità artistiche degli artigiani e degli artisti veneziani.

Tra antiche statue e splendidi affreschi la biblioteca è sempre pronta ad accogliere chiunque abbia necessità di consultare un libro, ma anche qualsiasi persona sia semplicemente curiosa di scoprire questo magico luogo.

L’ingresso è gratuito, ma i più curiosi possono prenotare un tour guidato al suo interno a questo indirizzo.

#9 La Scala Contarini del Bovolo

Palazzo-Contarini-del-Bovolo-venezia

Arriviamo ora ad un altro edificio di gran pregio, nonché uno dei più particolari esistenti a Venezia. Il Palazzo Contarini del Bovolo è un luogo non troppo frequentato, anche se molto famoso, per via della sua scala che ne decora la facciata e lo rende così speciale.

La scala è accessibile dall’esterno senza dover pagare nulla, dunque se volete scattare delle bellissime foto dall’alto della città, è sicuramente uno dei luoghi migliori.

Di chiaro gusto tardo-goico con spiccata influenza rinascimentale, questo palazzo ha vissuto le vicissitudini della città lagunare nel corso dei secoli, ma per scoprire ogni dettaglio è anche in questo caso consigliato una visita guidata in compagnia di un esperto, come quella proposta qui.

In alternativa, non resta che godersi lo spettacolo gratuito di uno dei palazzi più stravaganti e ricchi di fascino della città lagunare.

#10 Il Ponte del Chiodo

Tra i 446 ponti di Venezia, ne esiste uno molto particolare che è divenuto famoso per non avere alcun parapetto o protezione laterale.

Si tratta del Ponte del Chiodo, che si trova nel quartiere Cannaregio, non è così semplice da trovare, poiché distante dalle destinazioni del turismo di massa.

E’ un ponte antichissimo, che vale la pena di essere visto, poiché unico nel suo genere e molto affascinante, nella sua semplicità.

E’ un ponte privato, poiché permette di accedere ad alcune abitazioni e non ad una strada pubblica e il suo nome deriva da quello di una famiglia che in passato era proprietaria dello stesso.

Provare ad attraversarlo è uno dei piccoli brividi che potete vivere nel cuore della città di Venezia.

#11 Il mercato del pesce di Rialto

Un altra bella esperienza che è possibile vivere in città, è la visita al pittoresco mercato del pesce di Rialto.

Il suo nome deriva dalla contrazione delle parole Rivo Alto, poiché si trova nella parte di Venezia dalle rive di maggiore altezza.

Oggi questa zona è divenuta una delle aree pulsanti del commercio veneziano e il mercato del pesce rappresenta certamente una delle cose maggiormente caratteristiche della città.

Il mercato apre dalle 7:30 a mezzogiorno, dal martedì al venerdì, e anche se non intendi cucinare nulla durante il tuo soggiorno veneziano, è sicuramente uno dei luoghi che non è proprio possibile perdere per entrare a contatto con il più autentico assaggio di vita veneziana.

Pensate che volendo è anche possibile fare un tour guidato del mercato, per scoprirne la storia e il significato, come quello proposto da Getyourguide a questo indirizzo.

#12 Basilica di Santa Maria della Salute

Infine all’ultimo posto della nostra classifica incontriamo la Basilica di Santa Maria della Salute, uno dei luoghi religiosi più importanti in città.

La basilica è un piccolo gioiello architettonico che nasconde al suo interno delle opere d’arte molto interessanti.

A pianta ottagonale, possiede della cappelle su ogni lato, e le sue decorazioni sono state realizzate da Tiziano e Tintoretto.

L’opera principale è nascosta all’interno della sacrestia (alla quale però si accede a pagamento), qui viene conservata la celebre “Nozze di Cana” di Tintoretto.

Potrebbe anche interessarti:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Torna su