cosa vedere a roma fuori dagli schemi

Cosa vedere a Roma fuori dagli schemi? 10 attrazioni da non perdere

Che Roma sia una città ricca di cose da fare e vedere è abbastanza ovvio, come è abbastanza chiaro a tutti che qui si celano alcuni tesori di inestimabile valore culturale e artistico.

Certo è che se non è la prima volta che arrivate in città, forse i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e il Colosseo non saranno di vostro grande interesse, perché per quanto li si possa amare, ad un certo punto è normale aver voglia di qualcosa di nuovo.

Ecco quindi che Roma riesce a stupire il visitatore più curioso con tante possibilità per trascorrere del tempo in maniera alternativa: si trovano soluzioni in grado di accontentare chiunque, dall’amante delle degustazioni sino agli appassionati d’arte.

Questo è d’altronde lo scopo di questo articolo, che si pone l’arduo obiettivo di portarvi a scoprire cosa vedere a Roma fuori dagli schemi e dalle classiche convinzioni.

Starò alla larga il più possibile dai luoghi nei quali finisce qualsiasi turista alla sua prima visita in città, dando invece importanza ad esperienze alternative che solitamente i turisti non fanno in città.

Per farlo non nego di far ricorso alla mia esperienza di viaggiatore, sfruttando i 3 siti web che da sempre mi accompagnano in viaggio: Civitatis, Tiqets e Getyourguide.

Sono siti che io utilizzo spesso per acquistare possibili esperienze di viaggio, ma anche dei semplici biglietti di ingresso ai musei per esempio e così ho fatto spesso anche a Roma, dunque quasi tutto quello che segue, lo conosco di persona

Lavorano più o meno nello stesso settore, ma ognuno di loro è specializzato in esperienze diverse.

Il risultato finale penso sia apprezzabile e mi piacerebbe conoscere la tua opinione, lasciando un commento in fondo alla pagina. Ma adesso partiamo alla scoperta delle mie varie proposte.


10 cose da vedere a Roma fuori dagli schemi

Non è semplice comprendere cosa possa essere esattamente considerato “fuori dagli schemi”, ma io mi sono creato la mia personale opinione.

Andare fuori dagli schemi significa trovare “cose da fare” che un comune turista non farebbe o non riuscirebbe proprio a trovare. Seguendo questo pensiero è nata la classifica che segue, che spero possa aiutarvi a trascorrere qualche ora diversa dal solito nella capitale.


#1 Free tour serale di Roma e dei suoi misteri

free tour dei misteri di roma

La prima attività che voglio proporvi è anche quella che vi costerà quasi nulla, nel senso che si tratta di un free tour, attività per le quali il sito Civitatis è un assoluto protagonista.

Un free tour altro non è che una visita guidata gratuita. Il gratis qui però è un po’ da intendere tra le righe, nel senso che non è richiesto alcun pagamento per partecipare, ma alla fine del tour si è invitati a lasciare una mancia a propria discrezione, sulla base del grado di soddisfazione a seguito dell’esperienza.

Ovviamente di solito si spende molto meno di quanto si sarebbe speso con la medesima attività a pagamento.

Il free tour alla sera alla scoperta dei misteri di Roma è decisamente qualcosa di diverso e fuori dagli schemi, poiché si tratta di una bellissima esperienza, in giro per la città, in compagnia di una guida esperta, che ci racconterà i misteri che avvolgono alcuni dei luoghi simbolo del centro di Roma.

Il risultato è decisamente d’effetto, poiché si riesce a guardare a Roma con occhi diversi dal solito sguardo turistico, oltre al fatto che al calar della sera, la capitale ha un fascino unico.

Il tour ha una durata complessiva di due ore e deve essere obbligatoriamente prenotato online a questo indirizzo.


#2 Tour della street art di Roma

street art roma

Ecco un’altra attività per nulla scontata che potrebbe essere decisamente interessante. Si tratta di un tour del quartiere Tor Manciata, che dal 2015 è stato oggetto di un interessante progetto di riqualificazione.

Il quartiere non stava infatti in ottime condizioni e versava in condizioni di evidente degrado. Col progetto Big City Life, l’amministrazione capitolina ha deciso di dare un nuovo impulso positivo e ha raccolto 22 artisti invitandoli a ricreare 22 murales sui muri del quartiere, nel tentativo di trasformarlo in un vero e proprio museo all’aria aperta.

Meglio ovviamente anche in questo caso affidarsi ad un tour guidato, nel quale una guida sia in grado di mostrarci i murales più interessanti e spiegarci il significato che quelle opere possono avere per il quartiere.

Sempre su Civitatis, trovate l’offerta di un tour da 1 ora e mezza, molto ben strutturato e interessante che può essere prenotato a questo indirizzo.


#3 I sotterranei di Piazza Navona e lo stadio di Domiziano

I sotterranei di Piazza Navona e lo stadio di Domiziano

Sono numerosi i turisti che ogni giorno si riversano nella bellissima piazza Navona per ammirarne la bellezza e ammetto che io stesso sono spesso passato da queste parti ad ammirare la bellezza della fontana dei Quattro Fiumi del Bernini, senza sapere quale tesoro si nascondesse nei sotterranei della piazza.

E’ effettivamente strano e quasi difficile da credere che al di sotto di una delle piazze più famose di Roma, si trovino i resti di un’importante struttura dell’antica Roma: lo stadio di Domiziano.

Ci si trova a circa 4 metri e mezzo sottoterra, in quello che è uno dei pochi esempi di stadio in muratura al di fuori dell’antica Grecia, conosciuto sino ad oggi.

Il luogo era riservato alle competizioni atletiche dell’antica Roma come la corsa, la lotta o il pugilato, e qui il pubblico era solito acclamare i propri atleti durante le gare che spesso erano chiamati a disputare.

La cosa più affascinante della visita è sicuramente osservare come lo stato di conservazione dell’intera area sia incredibilmente buona, al punto che, dal mio punto di vista, può essere considerato una delle più belle, ma meno conosciute, aree archeologiche della capitale.

I biglietti ingressi devono essere prenotati online a questo indirizzo e hanno un costo di 8,50€, prezzo che include anche un’audioguida.


#4 Alla scoperta del ghetto ebraico

Ghetto ebraico roma

All’interno di Roma c’è una particolare zona che ha sempre destato in me grande interesse, proprio come quella simile che c’è a Venezia (ne abbiamo parlato qui). Sto parlando del ghetto ebraico della città, un luogo un poco nascosto, racchiuso tra le sponde del Tevere e piazza Venezia, che rappresenta un vero tesoro sia dal punto di vista religioso, per la presenza del Museo Ebraico e della Sinagoga, ma anche dal punto di vista culturale.

Il ghetto ebraico di Roma è considerato uno dei più antichi d’Europa e risale al 1555, quando Papa Paolo IV decide di regalare la popolazione ebraica all’interno di questa circoscritta area della città, con un solo ingresso e una sola uscita.

La vita della popolazione ebraica ai tempi era assai dura: innanzitutto vi era l’obbligo di risiedere all’interno del ghetto, di indossare un segno di riconoscimento e vi erano poi diversi divieti sul lato economico e del lavoro che era possibile svolgere.

Col tempo il ghetto si è sempre più allargato negli spazi, sino ad arrivare al 1849 e alla definitiva liberazione del popolo ebraico che, con la nascita della Repubblica Italiana, venivano equiparati a dei normali cittadini italiani.

Oggi il ghetto rimane un luogo dal fascino deciso e unico, bellissimo da visitare, anche solo con una passeggiata al suo interno e un salto alle tipiche trattorie della zona, che mixano sapientemente la tradizione romana, agli usi e costumi ebraici.

Per coloro che subiscono particolarmente il fascino del ghetto ebraico, è possibile prenotare un ottimo tour guidato, in compagnia di una guida esperta a questo indirizzo.


#5 Il Museo delle Cere

museo delle cere roma

Per trascorrere un pomeriggio alternativo in città, il Museo delle Cere potrebbe essere un’idea divertente per l’intera famiglia. Si tratta di uno dei musei più importanti del settore in Italia, ispirato liberamente al più celebre di Londra, e raccoglie il maggior numero di personaggi in Italia, mentre in Europa è al terzo posto.

Tante le creazioni che ritraggono personaggi nostrani, come Pavarotti, Ligabue, i Papi più recenti o il magico Totò.

I biglietti di ingresso possono essere acquistati online a questo indirizzo.


#6 Il Bioparco: lo zoo di Roma

Se siete in tour a Roma con i vostri bambini o se, come me e mia moglie, siete dei grandi amanti degli animali, è possibile che non ci sia una scelta migliore che trascorrere una giornata al bellissimo Bioparco della capitale.

Il Bioparco è il giardino zoologico più vecchio d’Italia (nasce ai primi del 900) e ospita al suo interno oltre 1000 animali di centinaia di specie diverse.

Inizialmente non era niente di più che uno zoo, ma la trasformazione in bioparco avviene nel 1994, quando la struttura manifesta la propria consapevolezza di svolgere un ruolo fondamentale nella conservazione di una risorsa naturale importante, come quel lembo di territorio, e si impegna a dare un forte contributo sia nel mantenimento di specie animali in via di estinzione, che svolgendo numerose attività a carattere educativo e formativo.

I biglietti di ingresso hanno un costo di 16€ e possono essere acquistati a questo indirizzo.


#7 Tour gastronomico di Trastevere

tour gastronomico di trastevere

Se siete più tipi che amano godersi la vita (lo sono anche io non temete) e la buona cucina e il buon bere sono una delle vostre passioni, allora perché non affidarsi ad un tour gastronomico nel bellissimo quartiere di Trastevere?

D’altronde la cucina di un luogo è uno degli specchi delle persone che lo abitano e così a Roma si può gustare una cucina sincera e gustosa come in poche altre città d’Italia.

Il tour prevede una passeggiata a Campo dei Fiori, dove si trova uno dei mercati più interessanti della città, per poi percorrere il Ponte Sisto, attraversando il Tevere e giungendo a Trastevere.

Tra pizze alla romana, supplì, formaggi e salumi e un buon gelato artigianale si trascorrono 3 ore intense, in contatto con alcuni dei luoghi più genuini della capitale, dove il cibo è preparato con amore e cura, a debita distanza dai classici locali “spennaturisti”.

Prezzi etici e professionalità sono sicuramente le parole chiave che descrivono questo bel tour, prenotabile su Civitatis a questo indirizzo.


#8 Le catacombe di San Callisto

Un’altra grande emozione all’interno della Roma sotterranea è rappresentata dalle catacombe di Callisto, un vero labirinto di strette gallerie che cela al suo interno i resti della Cripta dei Papi e della Cripta di Santa Cecilia.

Una volta giunti al loro interno potrete ammirare alcuni splendidi affreschi cristiani, in ottimo stato di conservazione, imparando a conoscere la storia di questo luogo: dalla loro origine sino al declino.

Per il percorso è consigliabile essere accompagnati da una guida esperta, capace di narrarvi ogni piccolo dettaglio di questo luogo ricco di storia.

Il tour guidato ha una durata di circa 45 minuti e può essere prenotato online seguendo questo link.


#9 Tour di mezza giornata in Vespa

Ricordate ancora il film Vacanze Romane? Ecco allora forse potrebbe suonarvi interessante l’idea di poter scoprire Roma scorrazzando al suo interno a bordo di una Vespa.

Realizzare il sogno è ora possibile, grazie al tour che ci propone Getyourguide a questo indirizzo. Si tratta della possibilità di fare un tour guidato, ma a bordo del motociclo più famoso d’Italia e accompagnati da una guida esperta della città.

Il tour è bello ricco e ideale per coloro che non hanno tanto tempo da trascorrere in città, poiché ci porta nei luoghi più importanti della capitale, in un percorso emozionante della durata di ben 4 ore.

E’ sicuramente un modo fuori dagli schemi per trascorrere un pomeriggio alternativo nella magica città romana.


#10 Tour di degustazione del gelato, caffè e tiramisù

Eccoci finalmente giunti alla nostra ultima proposta, questa volta dedicata a coloro che non sanno resistere a 3 delle tentazioni più buone che l’Italia ha da offrire: il caffè, il gelato e il tiramisù.

Il tour prevede un percorso a piedi per la città, degustando dei caffè espresso presso una delle caffetterie più famose della città e visitando una torrefazione, dove si riceveranno alcuni consigli utili e pratici su come preparare al meglio il caffè a casa.

Il passaggio successivo è quello del gelato con la visita ad almeno due diverse gelaterie artigianali. Infine non rimane che deliziare il palato, gustando un tiramisù in una delle più importanti pasticcerie della capitale.

Un modo decisamente gustoso di concludere la vostra permanenza a Roma, non credete?

Il tour si prenota online sul sito di Getyourguide.


Potrebbe anche interessarti:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Torna su