Cosa mettere in Valigia per la Grecia?

Cosa mettere in Valigia per la Grecia?

Finalmente tempo di vacanza e dopo tanta fatica arriva il momento di partire per l’agognata destinazione dell’anno: la Grecia e le sue isole!

Se anche tu ti trovi ormai agli sgoccioli, l’aereo è prenotato, l’hotel pure … non rimane che pensare a come riempire le nostre valigie.

Se si tratta della tua prima volta in Grecia, i tuoi dubbi sono più che comprensibili, preparare la valigia non è cosa semplice.

Cosa mettere in Valigia per la Grecia?

Nelle righe che seguono provo a darti una mano in questo arduo compito.

Troverai le 15 cose indispensabili per il tuo viaggio, tutte cose alle quali non dovresti fare a meno per riuscire a godere appieno delle tue tanto attese vacanze in Grecia.

Le 15 cose che non possono mancare in valigia per un viaggio in Grecia

Scegliere tra sole 15 cose indispensabili da mettere nello Zaino per andare in Grecia non è cosa semplice, ma mi concentrerò sullo stretto necessario.

Ovviamente dal mio opinabile punto di vista soggettivo, non è certo un Vangelo, ma io a queste cose non vorrei proprio fare a meno.


1. Gli occhiali da sole


Chi di voi riesce a farne a meno? Beh… io no di certo…

Penso di aver vissuto tre quarti della mia vita senza occhiali da sole, ma dal primo giorno che li ho acquistati non vorrei più tornare indietro.

occhiali da sole

Perché gli occhiali da sole sono così importanti per un viaggio in Grecia?

Se malauguratamente il tuo viaggio avverrà nel mese di Luglio o Agosto, penso che avrai bisogno al massimo di 5 minuti per capire di cosa parlo.

Il sole in Grecia è fortissimo, ha una luce accesa e incessante, picchia per molte ore durante il giorno ed è un eterno compagno di viaggio col quale bisogna convivere.

Per questo motivo gli occhiali da sole stanno in cima alla lista, un semplice oggetto che renderà la tua vita più semplice, i tuoi occhi fidati ti ringrazieranno.

Se non sai da dove iniziare a cercare il tuo paio di occhiali da sole, ti invito a dare un’occhiata allo shop di Amazon, dove trovi modelli per tutti i gusti e di qualsiasi fascia di prezzo. Clicca qui per maggiori dettagli.


2. Un cappello per proteggersi dal Sole


Altra cosa estremamente banale, ma collegata al punto precedente. Mi viene in mente una mia vacanza a Rodi nel lontano 2013.

Non ricordo che temperatura ci fosse, ma ricordo alla perfezione la sensazione di calore, alla quale era impossibile sfuggire.

Se tu, come me, non sei un tipo a cui è sufficiente sdraiarsi sulla prima spiaggia che trova a prendere il sole, ma sei curioso di conoscere tutto ciò che il luogo di villeggiatura ha da offrire, allora fidati di me, un cappello è ciò che ti ci vuole per non soffrire di insolazioni mentre cerchi di raggiungere la cima di Lindos.

Lo so, sono estremamente buffi e per niente sexy, ma io adoro quei cappelli impagliati, tipo quelli che portava Sampei per intenderci: dai un’occhiata a questo link e facci un pensierino !


3. Una guida turistica


Altra cosa banale, ma a mio avviso e semplificando esistono due tipologia principali di turisti: la prima è quella di coloro che calcolano nel dettaglio costi, tempi, escursioni, visite e riposo.

La seconda è invece quella di coloro che, come me, sanno dove stanno andando e il perché, ma amano lasciarsi stupire dalla vita che scorre, dagli inconvenienti, dagli incontri fortuiti, dai ristoranti inaspettati e dagli avvenimenti non previsti.

Se anche tu fai parte della seconda categoria di turisti, beh allora una piccola guida turistica sul luogo che ti appresti a visitare non è affatto una cattiva idea.

Il mio suggerimento?

Utilizza la guida per riempire l’attesa del noioso volo aereo, dacci un occhio mentre aspetti tua moglie che si prepara per uscire,  sbirciala durante il riposino dei tuoi figli.

Non basare la tua esistenza sulla guida, ma tienila con te e sfruttane i consigli: non te ne pentirai.

Quelle di Lonely Planet sono sempre le migliori, qualche euro in più rispetto ad edizioni più economiche sono ben meritate.

Isole della Grecia
  • Armstrong, Kate (Author)

4. Una giacca leggera


Ma come parto per uno dei posti più caldo d’Europa e mi consigli di portare con me una giacca anche a Luglio o Agosto??

Eh sì.. una giacca è proprio inevitabile. Tante isole greche (secondo me le più belle) sono infatti colpite da Giugno a Settembre da un vento chiamato Meltemi.

Il Meltemi può raggiungere velocità importanti e portare un bel po di freschezza alle vostre vacanze.

Non abbiate paura, il Meltemi è spesso una manna dal cielo che stempera la caldura estiva. Certo bisogna scegliere con maggiore accuratezza le spiagge e trovarne alcune più riparate, ma non costituisce un grosso problema.

Certo è possibile che alla sera questa brezza fresca, diventi più fresca del solito.

In questi casi la giacca diventa un’ottima scelta che ci consentirà di continuare a gustarci un bel piatto della cucina tradizionale greca all’aperto.

Una possibilità è quella di avere con se una giacca in jeans, che ha leggerezza perfetta per questo periodo dell’anno ed è in grado di proteggere abbastanza dal vento.


5. Crema solare e lozione dopo sole


Sempre per gli stessi motivi di cui al punto 1 e 2, anche la crema solare e la lozione dopo sole sono molto importanti.

Non so voi, ma io dopo un intenso inverno nel Nord Italia tendo più al bianco mozzarella che non al nero carbone.

La mia pelle ha estremo bisogno di una crema protettiva, onde evitare scottature e conseguenti febbri e malesseri, che sì possono guastarci la vacanza.

Quindi è sempre meglio proteggere in maniera adeguata la nostra pelle contro i raggi del sole.

Se anche in questo caso sei un maniaco degli acquisti su web, puoi dare un’occhiata qui.


6. Maschera, pinne e boccaglio


Immagino che tanti di voi non siano proprio dei sub professionisti, non lo sono neanche io.

Ma la Grecia ha veramente tanto da offrire sui suoi fondali.

Avventurarsi sott’acqua con la giusta attrezzatura è un’esperienza senza eguali, anche se non siete dei campioni di immersione.

Sono tanti i luoghi dove è possibile fare snorkeling, ma ancora di più sono i luoghi dove una semplice immersione con una maschera può riservare grandi emozioni.

Non privatevene! Fidatevi!

PS: se è arrivato il momento di acquistare delle pinne nuove, puoi dare un’occhiata alla mia guida pubblicata qui.


7. Una macchina fotografica o smartphone con fotocamera


Attrezzatura immancabile per un viaggio in Grecia. Non può certo mancare una macchina fotografica (se siete amanti della fotografia) o uno smartphone in grado di fare belle foto.

Non dimenticate che le foto diventeranno il ricordo più bello dell’esperienza che state vivendo.

E quando sarete vecchi, non vedrete l’ora di narrare dei vostri viaggi ai vostri nipoti, quindi non dimenticatevi!


8. Zaino leggero per le escursioni


Se non siete quel tipo di viaggiatori che si accontenta di un villaggio e una spiaggia, allora uno zainetto è veramente utile per qualsiasi vacanza in Grecia.

Meglio scegliere un modello leggero e pieghevole che può essere infilato semplicemente in valigia.

In caso di escursioni sarà il contenitore ideale per riporre un asciugamano, uno snack e una borraccia d’acqua: lo stretto indispensabile che potrà essere di estrema importanza durante la vostra escursione.

Io adoro il modello di zaino creato dalla Salomon, un’azienda che produce attrezzatura tecnica pensata principalmente per la montagna. Questo modello è però ideale in ogni occasione di viaggio, date un’occhiata qui e non vene pentirete.


9. Infradito, scarpe da ginnastica e scarpe da trekking (leggere)


Delle scarpe comode non possono mai mancare. Sono diverse le tipologie di scarpe che potrebbero esservi utili durante le vostre vacanze in Grecia.

Un paio di infradito sono indispensabili per la spiaggia, ma io ci accompagnerei anche un paio di scarpe chiuse: talvolta la sabbia scotta così tanto da rendere impossibile camminare con le infradito.

migliori sandali per camminare in estate

Per la sera delle informali scarpe da ginnastica possono essere sufficienti per un uomo; per una donna meglio optare per delle belle scarpe aperte da sera.

Se poi non vi piace annoiarvi in spiaggia tutto il tempo e siete dei tipi avventurosi, allora delle leggere scarpe da trekking potrebbero essere la giusta soluzione per le vostre escursioni.

Ricordate che spesso alcune spiagge greche non sono semplicissime da raggiungere e talvolta è necessario camminare su strade sterrate non troppo agevoli.

Se non hai idea di che scarpa acquistare, anche in questo caso ho una guida che fa per te.

Potresti cominciare da “le migliori scarpe per camminare in viaggio” e terminare con “i migliori sandali per camminare in estate”. Qui troverai di certo i consigli perfetti per la tua prossima vacanza greca.


10. Una borraccia


Una borraccia può essere molto utile durante una vacanza in Grecia.

Pensate al fatto che talvolta le spiagge non sono provviste di servizi, bar o chioschi dove poter acquistare delle bevande.

Vi consiglio un modello in alluminio, poiché molto leggero, o in acciaio, magari a doppia parete che vi garantisce una freschezza del contenuto per ore.

Non amo la plastica, quindi sconsiglio.

Di recente il mercato delle borracce realizzate in materiali innovativi ha avuto un grosso sviluppo, proprio per via del fatto che si tratta di un’alternativa ecologica alla plastica.

Un modello che io apprezzo in maniera particolare è il seguente, che trovate sempre su Amazon.

Sportneer® Bottiglia Acqua in Acciaio Inox, Portatile Borraccia Termica 500ml/750ml, Doppia Parete in Acciaio Inox coibentato Bottiglia di Acqua, Bottiglia Sportive Thermos, Facile da Pulire
  • FINO A DODICI ORE DI ISOLAMENTO: Design unico con un doppio strato d'isolamento con tappo con...
  • SICUREZZA COME PER CIBO: A prova di perdite e resistente ai graffi, corpo in acciaio inossidabile 18/304...
  • TAPPO E BOCCA DISEGNATI SPECIFICAMENTE: Per evitare fuoriuscite e perdite, ed una bocca ampia per...
  • CAPACITà DI 500ML/750ML, MA PESO PIUMA: Pesa poco più di 300 grammi, facile da portare ovunque,...
  • BONUS: Questa bottiglia d'acqua arriva con una copertura totalmente gratuita con uno strap da trasporto...

11. Un libro (o due) da leggere in viaggio


Nella mia vacanza ideale il relax è una parola d’ordine e per me non esiste relax senza un buon libro da leggere su uno sdraio in spiaggia.

Si potrebbero consigliare milioni di libri e romanzi per una vacanza in Grecia, ma io vi consiglio il libro che mi ha catturato durante la mia vacanza a Folegandros nel mio viaggio di nozze.

Si tratta di Un indovino mi disse di Tiziano Terzani, un viaggio mistico alla ricerca di sè stessi che vi lascerà senza fiato.

Se siete tra coloro che odiano il peso dei libri mentre siete in viaggio invece, significa che è arrivato il momento anche per voi di acquistare un ebook reader.

Io ho comprato un modello di Kindle, che è quello prodotto da Amazon. Qui puoi leggere le mie recensioni del prodotto se ti va.


12. Costume da mare


Passiamo al banale, ma ad ogni modo indispensabile. Non penserete mica di partire per la Grecia senza un costume da bagno? Mi raccomando, uomini: evitate gli slip!

Per le donne invece non rinunciate al due pezzi anche con qualche chilo in più 🙂


13. Taccuino e penna


Questo è il consiglio che io per primo dovrei seguire.

Quante volte si va in vacanza, si vive un’esperienza surreale da quanto bella e dopo un anno ci si dimentica del luogo, il ristorante o la spiaggia dove si è vissuta? A me capita spesso.

Ecco il mio proposito a partire da oggi è quello di non dimenticare mai i luoghi dove vivo le esperienze più belle, quindi penna e taccuino saranno in viaggio sempre con me. I Moleskine li trovo niente male, ma negli ultimi mesi mi sono parecchio informato, trovando diversi prodotti di grande interesse.

Io ho poi trovato il modello ideale alle mie esigenze. Ho anche scritto un piccolo resoconto dei migliori modelli che io ho preso in considerazione prima dell’acquisto.

Lo trovate a questo link.


14. Caffettiera e caffè italiano


Ecco il meridionale che c’è in me che riaffiora! Amo la Grecia, la sua cucina, le sue tradizioni e la sua architettura, ma cari i miei greci: sul caffè c’è ancora da lavorarci.

Si il caffè in stile turco non è male, ma è tutta un’altra cosa… La mia caffettiera mi tiene sempre compagnia e mi sorride alla mattina anche in vacanza, mi spiace.

Non c’è caffè migliore del nostro in Italia e chi crede il contrario non ha capito nulla 😛

PS: se volete scoprire un trucchetto per riuscire a bere un buon espresso all’italiana in qualsiasi condizione di viaggio, prova a cliccare qui e guarda che bel prodotto che ti propongo.


15. Frutta secca o disidratata come snack


Ultimo consiglio da non sottovalutare se anche voi come me soffrite di attacchi di fame improvvisi. Un sacchetto di frutta secca può salvarci la vita.

Noci, mandorle, nocciole non sono solo ottime per la salute, ma hanno la capacità di attenuare velocemente gli attacchi di fame e aiutarci in caso di cali di zucchero.

Se abbiamo poi i bambini a seguito, meglio che non manchino mai.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Torna su