Cosa fare a Roma in 3 giorni? I grandi classici e qualcosa di alternativo

Nella mia vita non ho mai avuto la fortuna di trascorrere a Roma un’intera settimana.

Sono sempre stato nella capitale per pochi giorni e mi sono reso conto che riuscire a selezionare che cosa fare è un’impresa abbastanza ardua.

L’offerta di Roma è immensa, ci sono milioni di cose da vedere e provare almeno una volta nella vita.

In questa piccola guida cerco di darvi alcuni spunti, ma ricordate che io non sono solo un amante dell’arte, ma soprattutto un amante della vita.

Non mancheranno dunque consigli su dove mangiare o su come riuscire a godersi la vita all’interno della capitale.

Tre giorni non sono tanti, dunque cercheremo di selezionare le visite più veloci ai monumenti più importanti, senza perderci all’interno intere giornate, perché purtroppo non possiamo proprio permettercelo.

Piccola premessa: cercate di indossare delle scarpe adatte. In questi giorni si camminerà parecchio ed è importante che i nostri piedi non si affatichino troppo per non vedere rovinate le giornate successive. Quello che vi serve sono delle scarpe comode per camminare, delle quali abbiamo già parlato in un articolo precedente.

Se invece state riflettendo su quale sia il migliore hotel per ospitare la vostra gita nella capitale, potete dare un’occhiata alla nostra guida sui migliori hotel di Roma.


#1 Primo giorno: Città del Vaticano e dintorni

Col primo giorno partirei proprio dalla città del Vaticano, una delle parti più interessanti della città, poiché ricca di storia e di monumenti con una importanza enorme per la storia stessa dell’intera nazione.


Visita ai musei Vaticani e alla Cappella Sistina

musei vaticani - cosa fare a roma in 3 giorni

Ho riflettuto a lungo se proporvi la visita ai musei Vaticani e alla Cappella Sistina, perché ci si può impiegare parecchio a visitare l’intero complesso, si stimano infatti ben 3 ore.

Ho deciso di inserirlo comunque, ma vi lascio qualche consiglio importante da seguire per far presto:

  • Arrivate sul posto alla mattina presto per evitare il massimo afflusso di turisti
  • Comprate il biglietto di ingresso online, altrimenti ci perdiamo mezza giornata in fila. Ci sono tanti siti che permettono l’acquisto online, ma uno dei più affidabili lo trovate a questo indirizzo. Si tratta di un semplice ingresso prioritario salta coda, che consente una visita autonoma all’interno del complesso.
  • Dovremo evitare le classiche visite guidate, che impiegano un tempo eccessivo per la visita. In alternativa all’accesso prioritario, potremmo optare per una particolare visita guidata, che trovate a questo indirizzo e che consente l’ingresso prima dell’apertura del museo, dunque in un ambiente completamente privo di turisti.

Tenete presente che i musei Vaticani sono un mondo immenso, ma non tutto merita di essere visto nel dettaglio.
Cerchiamo di fare una visita svelta, soffermandoci solo sulle cose più belle e importanti.
Direi di tenere in considerazione per la visita circa 1,5 ore. Terminata la visita, fermiamoci un po’ un piazza San Pietro perché ne vale veramente la pena e non dimenticate di scattare qualche foto come ricordo.


Free tour di Roma

Non serve spendere tantissimi soldi per riuscire a godere appieno della capitale. Prenotando il free tour, ovvero un tour completamente gratuito, nel quale sarete voi a decidere di fare una donazione alla fine dell’esperienza, in base al vostro livello di soddisfazione, si evita di sborsare centinaia di quattrini per un tour guidato.

La soluzione è particolarmente utile per imparare a conoscere la capitale, perché saremo accompagnati nel nostro percorso da una guida esperta della città, in grado di raccontarci qualsiasi aneddoto si nasconda tra le strade di Roma.

Il tour ha una durata di 2 ore e ripercorre i luoghi più iconici della storia del cinema legati alla città, oltre a mostrarci alcune delle principali attrazioni presenti nel suo centro storico.

Per prenotarlo, è sufficiente consultare la pagina a questo indirizzo.


3 – Castel Sant’Angelo

castel sant'angelo roma

Se siete stati bravissimi nel corso della mattinata, è possibile che avanzi un poco di tempo per percorrere via della Conciliazione e giungere a Castel Sant’Angelo, uno dei luoghi simbolo della città.

Si tratta di una fortezza papale, edificata sui resti del mausoleo dell’imperatore Adriano nel II secolo a.C.

Anche questo splendido monumento merita una visita interna, specie alla sua terrazza che ha una vista incredibile sulla città.

Sempre meglio saltare la fila anche qui per evitare di stare in coda mezza giornata. Acquistate online il biglietto, qui ad esempio trovate una delle possibilità di acquisto.

Con la visita al castel Sant’Angelo si conclude la nostra mattinata, è ora di cercare un buon ristorante dove mangiare qualcosa.


Pranzo del primo giorno

La zona che ruota attorno alla città del Vaticano è ricca di ristoranti, ma fate attenzione perché alcuni sono le classiche trappole da turisti, dove si paga tanto per avere una scarsa qualità.

Il mio consiglio per questa zona è un’ottima trattoria che si chiama La Fraschetta di Castel Sant’Angelo, dove si mangiano dei primi da sogno della classica tradizione romana, il personale è accogliente e si spende il giusto.

Magari fate una chiamata prima di arrivare per essere sicuri di trovare un posto:

Numero di telefono: 06 6830 7661

Indirizzo: Via del Banco di Santo Spirito, 20, 00186 Roma


Campo dei Fiori e Piazza Navona

Dopo il caffè, arriva il momento di rimettersi in marcia verso le vie del centro di Roma.

Concedetevi una passeggiata lungo le affascinanti vie del centro, dirigendovi verso la magnifica piazza Navona, forse la più bella tra le piazze romane.

Incastonata tra monumentali palazzi storici, la piazza ospita tra le altre cose, la famosa fontana dei Quattro Fiumi del Bernini.

fontana dei quattro fiumi piazza navona roma

Sulla piazza sarete sorpresi da una folla di turisti e di artisti, tra cui alcuni bravi ritrattisti. Fateci un pensierino se volete un ricordo speciale di Roma.

In pochi sanno invece del tesoro che si nasconde al di sotto della piazza, ma proprio al di sotto di piazza Navona si nasconde lo Stadio di Domiziano, un vero tesoro archeologico sepolto e poco conosciuto, nonostante sia Patrimonio dell’Uncesco.

Lo stadio fu in passato la prima sede dello sport agonistico e dei gladiatori romani, che merita di essere vista, specie se sei un appassionato di sport o storia. L’ingresso costa solo 8,50€ e la visita necessita solo di 45 minuti. Per velocizzare l’ingresso puoi già acquistare online i biglietti a questo indirizzo.

Già che siete nei dintorni, un passaggio al Caffè Sant’Eustachio è d’obbligo. Il locale non ha nulla di speciale dal punto di vista estetico, ma serve quello che alcuni affermano essere il miglior caffè di Roma.

Pare che il caffè venga fatto con l’acqua di un antico acquedotto romano, da cui derivi la sua eccezionale bontà.

Indirizzo esatto: Piazza di S. Eustachio, 82, 00186 Roma.

Ultima tappa di questo pomeriggio sarà invece Campo dei Fiori. Seguite il corso Vittorio Emanuele e la via dei Ballauri e sarete arrivati.

Si tratta di un’altra piazza molto caratteristica: luogo di mercato durante il giorno e centro della vita serale più tardi, questa piazza è attorniata da locali molto carini e al suo centro sorge la statua di Giordano Bruno, condannato al rogo dalla Chiesa per le sue posizioni (esatte ma per i tempi controverse) in fatto di scienza.


Il Pantheon

Nel pomeriggio ci rimane ancora un po’ di tempo che impegnerei con la visita al Pantheon, perché veramente ne vale la pena.

Si tratta di uno dei luoghi più affascinanti della capitale, un tempio dedicato alle divinità che ha una storia millenaria e che incuriosisce tutti per il fatto che nonostante un grosso foro sul suo tetto, al suo interno non piova. Se sei curioso, dai un’occhiata alla nostra guida.

Anche per la visita al Pantheon, non possiamo perderci in chiacchiere. E’ meglio acquistare il biglietto di ingresso online.

A voi la scelta tra un semplice ingresso prioritario salta coda con audioguida o una visita guidata in compagnia di un esperto, in base alla disponibilità di tempo.


Free tour serale dei misteri della capitale

Se giungete intorno alle 18 di sera, che avete ancora sete di scoperta e non vi mancano le energie, vi invito ad usufruire del tour gratuito promosso da Civitatis.

Si tratta questa volta di un tour romantico al calar del sole, che ci porta alla scoperta del centro storico della capitale e di tutte quelle storie e leggende misteriose che avvolgono la città in un alone di mistero.

Ebbi modo di provare anche questa esperienza pochi anni fa e ammetto di essere rimasto decisamente entusiasta, poiché la guida che ci accompagnò è stata molto in gamba e il tour si è dimostrato molto appassionante.

Potete trovare maggiori dettagli e informazioni a questo indirizzo.


Aperitivo e cena del primo giorno

Saremo oramai abbastanza affaticati dalla giornata, quindi è arrivato il momento di godersi una buona pausa.

Consiglio un ottimo aperitivo in zona, le scelte non mancano, ma mi sento di consigliarvi un’ottima birreria molto ricercata nelle vicinanze.

Si tratta dell’Open Baladin, un locale con oltre 100 diverse etichette di birre e che serve anche cibo in caso decidiate di fermarvi a cena.

Indirizzo: Via degli Specchi 6, 00186 Roma.

Se preferite cenare invece in un ristorante, non lontano da queste zone trovate un’ottima osteria dal nome Antica Hostaria Romanesca.

Si trova in realtà proprio sulla piazza e offre tipiche specialità della cucina tradizionale romana. Cacio e pepe consigliatissima!

Indirizzo: Campo de’ Fiori 40, 00186 Roma

Numero di telefono: 06 686 4024


#2 Secondo giorno: Colosseo e Foro Romano

Inizia un nuovo giorno e ci svegliamo carichi per una nuova avventura nella capitale. Dopo un’abbondante colazione in hotel, non resta che uscire e decidere cosa visitare in questa giornata.

A mio avviso c’è ancora un’unica cosa che non ci si può esimere da visitare a Roma. Ovviamente sto parlando del Colosseo.

Il Colosseo

Non penso che il Colosseo abbia bisogno di presentazioni, ma per chi non lo conoscesse, stiamo ovviamente parlando del più noto simbolo della città, un antico anfiteatro romano di un’imponenza unica, che lascia a bocca aperta al solo ammirare la sua maestosità.

colosseo roma

Come già vi ho spiegato nel mio articolo dedicato al Colosseo, è impossibile passare per Roma senza visitare in maniera approfondita il suo simbolo maggiore.

Nonostante la visita sia effettivamente un poco impegnativa, è meglio tenersi mezza giornata di tempo da dedicare a questa grande attrazione, che è poi un simbolo dell’Italia intera nel mondo.

Il mio consiglio è dunque quello di lasciarsi guidare da un esperto all’interno di questa avventura e lasciarsi sorprendere dalla bellezza di questa opera architettonica unica al mondo.

Quantomeno i biglietti potreste prenderli online per snellire un poco il processo e non perdere tempo prezioso alle casse. Trovate a questo indirizzo il sito per procedere alla prenotazione.

Qualora andaste di fretta e non aveste il tempo necessario, allora potreste semplicemente prendere un biglietto di ingresso prioritario, di modo da fare una visita più veloce e ottimizzare i tempi.

La visita al Colosseo sarà sicuramente una delle cose che maggiormente vi lascerà il segno e rimarrà nei vostri ricordi di questa esperienza romana, quindi vivetela con energia.

Terminata la visita avrete già speso un po di energia e gran parte della mattinata sarà già andata.

A mio avviso è meglio fare una pausa e pensare al pranzo.


Pranzo del secondo giorno

Per il secondo giorno, vi lascio una chicca. Andremo a mangiare in uno dei ristoranti più famosi della città, un luogo dove assaggiare la vera tradizione romana.

Si tratta della trattoria Sora Lella, una vera icona cittadina, che purtroppo ci ha lasciato qualche anno fa. Il ristorante è però ora in mano ai suoi figli che portano avanti alla grande la tradizione.

Immancabile a mio avviso una bella carbonara o un’ottima cacio e pepe.

Prenotazione obbligatoria!

Indirizzo: Via di Ponte Quattro capi, 16, 00186 Roma

Numero di telefono: 06 686 1601


Il Foro romano

il foro romano

Tra il colle Palatino, il Colosseo, il Campidoglio e i fori imperiali sorge il foro Romano, che i romani erano soliti definire come Forum Magnum o semplicemente Forum.

Si tratta dell’area archeologica dove sorse in antichità il centro politico, economico e sociale dell’antica Roma: il punto centrale dell’intera città.

All’interno sorgono numerosi edifici, dove ai tempi si prendevano le decisioni che avrebbero influenzato le sorti di mezza Europa.

Col passare dei secoli però iniziò il suo declino, sino a ritrovarsi completamente ricoperto di terra nel XVI secolo e diventare luogo di pascolo di bovini.

Solo alla fine dell’Ottocento, l’area venne sottoposta a scavi e il foro divenne una delle aree archeologiche più visitate del mondo intero.

Quanto appena detto significa che non potrete esimervi dalla visita a questa parte così ricca della storia della città.

Per l’ingresso abbiamo anche qui diverse possibilità tra le quali scegliere. Il mio consiglio è quello di scegliere degli ingressi combinati con la visita ad altri monumenti perché si risparmia qualcosina:


Aperitivo e cena del secondo giorno

Anche il secondo giorno non mi esimerei dal bere un buon aperitivo nella splendida cornice di Roma.

Scegliamo un luogo solo in base alla splendida location che è in grado di offrire.

Un’incredibile terrazza sul Colosseo, uno spettacolo senza paragoni.

Stiamo parlando del Royal Art Café:

Indirizzo: Piazza del Colosseo, 1, 00184 Roma

Numero di telefono: 06 8880 5383

Penso che una volta arrivati, deciderete di fermarvi qui anche a cena per poter continuare a godere di questa splendida vista.

Godetevi un buon bicchiere di vino in compagnia. Anche questa serata faticherete a dimenticarla!


#3 Terzo giorno: visita del centro storico di Roma

E’ arrivato il nostro ultimo giorno di visita nella capitale e rimangono ancora tantissime cose da vedere.

Abbiamo concentrato i primi due giorni alla visita dei principali monumenti di Roma e ora è arrivato il momento di cercare una soluzione per riuscire a vedere il più possibile del resto della città.


1 – Tour di Roma in bici (con opzione bici elettrica)

Avendo così poco tempo a disposizione, una possibile soluzione per vedere tutto ciò che ancora non abbiamo avuto modo di visitare in centro a Roma, è quello di fare un tour in centro in bicicletta.

In questo modo avremo un ottimo modo veloce per spostarci da una strada all’altra e godere delle meraviglie che Roma nasconde nel suo centro.

Vi propongo uno dei tour più interessanti e più venduti a Roma che ci permetterà di vedere le seguenti meraviglie:

  • Pantheon
  • Colosseo
  • Fori imperiali
  • Piazza Venezia e Altare della Patria
  • Fontana di Trevi
  • Piazza di Spagna
  • Piazza Navona
  • Trastevere
  • Teatro Marcello
  • Circo Massimo

Senza contare che le splendide guide di questo tour, non esiteranno a svelarci gli angoli meno conosciuti e più affascinanti della città eterna.

Se vuoi dare un’occhiata al prezzo del tour, puoi dare un’occhiata cliccando qui.


Pranzo del terzo giorno

Per mangiare il terzo giorno che ci troviamo a Roma, vi propongono di andare alla scoperta della vera pinsa romana.

Si tratta di una tipica focaccia, simile ad una pizza, ma realizzata in forma ovale o rettangolare e farcita con un’ampia varietà di ingredienti: uno spettacolo.

Uno dei posti migliori dove andare ad assaggiarla è CASAMANCO, nel rione Testaccio e all’interno del suo mercato, una zona vivace e conviviale.

Date un’occhiata alle recensioni online, per capire il perché di questa scelta.

Indirizzo: Nuovo Mercato Testaccio, Via Aldo Manuzio, 66b, 00153 Roma

Numero di telefono: 340 878 0921


Tour di Trastevere in Segway

Nel pomeriggio vi propongo un’ultima alternativa che si è molto diffusa negli ultimi tempi in tutte le città italiane e non.

Si tratta della possibilità di visitare Roma a bordo di un segway. Che cos’è il Segway? Eccolo qui nella foto che segue.

roma in segway

Se pensate che sia difficile usarlo, vi sbagliate. Bastano 5 minuti e due piccole spiegazioni per riuscire ad utilizzarlo con disinvoltura.

Vi propongo di andare alla scoperta dello stupendo quartiere di Trastevere.

Posto a Sud del Vaticano e a Ovest del Tevere, questo quartiere è ricco di strade selciate, case medievali, artisti e personaggi famosi.

Il tour ha una durata di 2 ore piene e permette di visitare i seguenti luoghi:

  • Colle Gianicolo
  • Piazza Trilussa
  • Campo dei Fiori
  • Piazza Navona
  • Ghetto ebraico
  • Teatro Marcello

Clicca qui per scoprire il costo del tour su Getyourguide o leggi direttamente la nostra guida su come visitare Roma in segway, ricca di informazioni sul tema.


Cena del terzo giorno

Visto che ci troviamo nei pressi del ghetto ebraico, il terzo giorno andiamo a mangiare in un tipico ristorante ebreo della capitale.

Il ristorante Ba Ghetto è un luogo dove la cucina della tradizione romana incontra la tradizione ebrea.

Il ristorante è curioso poiché ha ovviamente bandito la carne di maiale, come previsto dalla cultura ebraica.

Nonostante ciò è un luogo dove mangiare molto bene e un po fuori dalle solite ricette, oltre ad essere un luogo molto bello e curato.

Indirizzo: Via del Portico d’Ottavia, 57, 00186 Roma

Numero di telefono: 06 6889 2868

Siamo oramai giunti alla fine dei nostri 3 giorni a Roma. Spero riusciate a prendere qualche spunto dai miei suggerimenti.

Fatemi sapere se la città eterna vi è piaciuta e come vi siete trovati alle visite dei monumenti.

Buon viaggio!


Potrebbe anche interessarti:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Torna su