come vestirsi per fare trekking

Come vestirsi per fare trekking?

Il trekking è probabilmente l’attività più amata da fare in montagna, alla quale tanti di noi non vedono l’ora di fare ritorno il prima possibile.

La montagna, chi la conosce lo sa, è forse il luogo dove il meteo è più imprevedibile e, in alcune stagioni, gioca spesso dei piccoli scherzi.

E’ questo il motivo per cui è spesso necessario attrezzarsi adeguatamente prima di partire per un bel giro di trekking in montagna e bisogna sapere con esattezza come vestirsi per fare trekking.

In questa guida cercheremo di comprendere al meglio, come organizzarsi per una passeggiata in montagna, cercando di prendere in considerazione tutti i capi che è necessario indossare o le attrezzatura che bisogna portare con se, quando ci si appresta a fare una gita di trekking.

Cercheremo di prestare attenzione alle stagioni, per capire quali oggetti siano indispensabili in inverno e quali invece occorre avere sempre con se in estate.

Bisogna poi ricordare che abbigliamento e attrezzatura sono due elementi fondamentali per una buona riuscita del trekking. Essere impreparati da questo punto di vista, può causare problemi e rovinare un momento che per sua stessa definizione deve essere di svago e di divertimento.

Vediamo quindi di comprendere insieme quale abbigliamento sia indispensabile, per poi concentrarci invece sull’attrezzatura.


Le scarpe da trekking

Cominciamo subito con il capo di abbigliamento che, a mio avviso, è sicuramente il più indispensabile per la pratica del trekking.

Si tratta ovviamente delle scarpe, poiché il trekking implica necessariamente l’attività di camminare all’aria aperta, lungo i sentieri di montagna.

come vestirsi per fare trekking

La scarpa è un elemento molto importante, perché il comfort al piede è sicuramente una delle prime cose di cui preoccuparsi, quando ci si accinge a fare trekking.

Vediamo quali sono i principali modelli di scarpa che possiamo prendere in considerazione.


Le scarpe da trekking per la bella stagione

Quando il clima in montagna è clemente e non troppo rigido, è giusto optare per delle scarpe da trekking classiche.

Questa tipologia di scarpe sono studiate per donare al piede il massimo comfort durante la camminata e sono ricche di caratteristiche tecniche importanti durante il trekking.

Questi modelli hanno di solito la giusta ammortizzazione, fasciano bene la caviglia, hanno una suola stabile su qualsiasi terreno e riescono ad attutire al meglio gli urti causati da piccoli ostacoli durante il percorso.

Questo settore è dominato da grandi marchi specialisti nella produzione di abbigliamento da montagna, primi fra tutti Salewa, CMP o Salomon, il cui modello di maggior successo sono le Salomon Speedcross 4, che abbiamo anche recensito un po’ di tempo fa.

Se hai necessità di acquistare delle scarpe da trekking per la bella stagione, un passo d’obbligo è quello di consultare la nostra guida sulle migliori scarpe da trekking, che riuscirà a condurti alla scelta del miglior modello per le tue personali esigenze.


Le scarpe da trekking per la stagione fredda

Non è invece pensabile svolgere il trekking invernale con le normali scarpe da trekking, ma occorre scegliere delle scarpe che siano in grado di dare al piede maggiore protezione.

Questo tipo di scarpe sono di solito realizzate in pelle, in modo da fare maggiore sicurezza durante la camminata, sono tendenzialmente più alte rispetto alle normali scarpe, in modo da avvolgere meglio la caviglia, sono molto confortevoli all’interno e stabili su qualsiasi terreno, anche molto scivoloso.

In caso di presenza di neve, è meglio scegliere delle scarpe o stivali da neve, in alternativa è meglio scegliere dei classici scarponi da montagna, che si prestano molto bene ad essere usati con le basse temperature.


Le scarpe da nordic walking

Qualora il vostro trekking venga svolto in modalità nordic walking, il nostro consiglio è quello di usare delle scarpe apposite.

Il nordic walking è infatti un tipo di attività particolare, dove piedi e caviglie svolgono un lavoro particolarmente intenso e impegnativo.

Anche in questo caso abbiamo dedicato del tempo all’argomento e ti invitiamo a consultare la nostra guida sulle migliori scarpe da nordic walking.


Le giacche per il trekking

Dopo le scarpe è necessario concentrarsi sulla protezione della parte superiore del corpo, cercando delle giacche che siano in grado di creare una barriera tra il corpo e l’ambiente esterno.

Anche in questo caso esistono diverse possibilità, che possiamo prendere in analisi singolarmente nelle righe che seguono.


Le giacche in softshell

Le giacche in softshell sono giacche tendenzialmente abbastanza calde che sono molto versatili poiché idonee ad essere utilizzate in qualsiasi stagione.

In inverno si usa la giacca in softshell come strato di mezzo, posto tra l‘intimo termico e la giacca invernale esterna.

La giacca in softshell permette al corpo di rimanere bene al caldo, senza bloccare la traspirazione e permettendo all’umidità interna del corpo di uscire all’esterno.

In primavera, estate o autunno, questo tipo di giacche possono essere usate quando la temperatura scende un pochino ed è necessario un po’ di tepore. Sono dunque utilizzate come giacca vera e propria e, essendo molto leggere, possono essere facilmente riposte nello zaino qualora la temperatura salga e non siano più necessarie.


Le giacche in goretex

Il goretex è un materiale di ultima generazione molto in voga, usato per la realizzazione di giacche e scarpe.

La sua caratteristica fondamentale è che è in grado di creare una barriera impermeabile all’esterno, senza impedire al corpo di traspirare il sudore all’esterno.

Le giacche in goretex sono molto utili diciamo da Maggio sino a Ottobre in montagna. In questo periodo infatti il tempo è molto variabile e sono frequenti i temporali estivi.

La giacca in goretex è in grado di dare al corpo la giusta protezione, impedendo che ci si bagni e contribuendo in modo decisivo a mantenere il corpo alla giusta temperatura.


Le giacche invernali

Bisogna infine ricordare che, durante la stagione invernale, le giacche per la stagione fredda siano effettivamente indispensabili.

Questo tipo di giacche sono in grado di mantenere il corpo al caldo, anche quando le temperature esterne diventano glaciali, creando una forte barriera tra il corpo e l’esterno.

Solitamente sono prodotte con all’interno un caldo tessuto morbido e accogliente, mentre il rivestimento esterno è impermeabile.

Spesso hanno un cappuccio e diverse tasche, sia esterne che interne, e sono molto funzionali da essere indossate in montagne.

Anche in questo caso abbiamo dedicato ampio spazio all’argomento, prendendo in esame sia le migliori giacche da uomo contro il freddo invernale, che le migliori giacche da donna da usare in inverno.

In sostituzione di una classica giacca invernale, potreste anche prendere in considerazione un piumino, che ha una capacità di creare calore maggiore rispetto ad una normale giacca.

Un’idea alternativa di giacca interessante anche per la montagna è invece quella della giacche elettriche riscaldanti.

Si tratta di modelli che mixano alla perfezione tessuti tecnici e tecnologia, avendo al loro interno degli elementi che si possono riscaldare con diverse intensità, in base alle necessità.

Sono prodotti molto interessanti che, negli ultimi anni, hanno avuto notevole successo, sino ad essere sempre più sfruttate dagli amanti della montagna.


I pantaloni da trekking

Anche le gambe necessitano della loro parte e anche i pantaloni hanno grande importanza quando si fa trekking.

I pantaloni da trekking sono di solito realizzati in innovativi tessuti tecnici da montagna, capaci di dare la giusta protezione alle gambe, riparandole dagli agenti atmosferici senza impedire la traspirazione.

Anche qui esistono modelli estivi o invernali, che sono più leggeri o più pesanti, e sono spesso dotati di ampie tasche che, durante il trekking, possono essere molto utili.

Su Amazon si trovano vari modelli a prezzi interessanti che se volete trovate qui, ma se avete bisogno di maggiore qualità e sicurezza, vi consiglio di affidarvi a Sportler, che è un vero specialista di tutto ciò che a che fare con la montagna.

I suoi modelli potete invece consultarli qui (modelli da uomo) o qui (modelli da donna).


L’abbigliamento da sci

Se il motivo che vi porta in montagna è proprio lo sci, il discorso da fare è un poco differente, perché l’abbigliamento da sci ha le sue peculiarità.

Abbiamo già parlato in passato dell’abbigliamento indispensabile per fare sci e quindi mi limito ad invitarti a dare un’occhiata alla nostra guida su come vestirsi per fare sci, dove trovare tutte le indicazioni e i nostri consigli in merito.


L’attrezzatura da trekking

Oltre a come vestirsi per fare trekking, occorre però anche pensare a quali attrezzature siano indispensabili per svolgere al meglio questa attività.

Nelle righe che seguono cercheremo di comprendere quali accessori siano effettivamente importanti per fare trekking in tutta tranquillità.


Gli zaini da trekking

Lo zaino è sicuramente un elemento indispensabile per la pratica del trekking. Borracce, indumenti, snack e quant’altro devono assolutamente avere un luogo dove poter essere riposti.

come vestirsi per trekking

In questo caso esistono zaini per ogni dimensione e necessità, la scelta dei quali tanto dipende da che tipo di escursione vi apprestate a fare.

Quanto durerà la vostra gita? Quanti oggetti avrete necessità di trasportare?

Rispondendo a queste domande, riuscirete a farvi un’idea abbastanza esatta di quale sia lo zaino ideale per le vostre esigenze.

Se avete intenzione di stare via un solo giorno, potreste trovare delle informazioni molto utili nella nostra guida sui migliori zaini da escursione giornaliera, mentre se vi muovete in compagnia di bambini di piccola età, uno zaino porta-bambino potrebbe facilitare la vostra impresa.


Le ciaspole

Esiste forse un’emozione più grande che camminare in un paesaggio montano completamente innevato? Mi dispiace, ma temo che la risposta sia proprio NO.

Le ciaspolate sono forse l’attività che è capace di emozionarmi maggiormente in montagna, poiché si riescono a raggiungere luoghi di una bellezza unica, dove solo le ciaspole riescono a condurti.

Per questo motivo, tra la mia attrezzatura montana, le ciaspole non mancano mai. Curioso di scoprire quale modello ho poi deciso di acquistare?

Allora devi consultare la nostra guida sulle migliori ciaspole da neve!


I bastoncini da nordic walking

Non mi dilungo nello spiegare quali siano i benefici del nordic walking, ma occorre sottolineare quanto d’aiuto possano essere i bastoncini da nordic walking durante una passeggiata di trekking in montagna.

Per chi non conoscesse questo accessorio, si tratta di due comodi bastoni, che vanno impugnati con entrambe le mani e utilizzati con un movimento oscillatorio durante la camminata.

Sono realizzati in materiali tecnici molto leggeri, i modelli migliori sono fatti in carbonio, e sull’estremità possiedono dei gommini ad angolo che consentono il corretto inserimento del terreno.

Il loro utilizzo agevola la camminata, mettendo in movimento tutta la parte alta del corpo, con notevoli vantaggi dal punto di vista del benessere fisico.


Gli occhiali da sole da montagna

Non bisogna infine dimenticare che, quando si raggiungono quote elevate in montagna, i raggi del sole iniziano a farsi sentire e possono causare ustioni o grandi fastidi agli occhi.

Specie in presenza di neve, che riflette i raggi del sole, è indispensabile proteggere al meglio gli occhi, usando appositi occhiali da sole.

Gli occhiali da sole da montagna non sono classici occhiali da sole, ma posseggono la principale caratteristica di essere polarizzati e riuscire a rispondere al meglio all’alta intensità dei raggi di sole montani.

Il nostro consiglio è quello di possederne un paio, al fine di evitare spiacevoli inconvenienti.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Torna su